Susianella e lenticchie, piatto unico che apre all’inverno

Giovanna Santececca

La susianella è un insaccato tradizionale, tipico della città di Viterbo, la cui produzione era storicamente legata ai soli mesi invernali, da novembre a marzo, mentre oggi i pochissimi artigiani che continuano la produzione riescono a proporlo anche in altri periodi dell’anno.
Pur essendo il salume tradizionale di Viterbo e delle aree agricole circostanti è molto difficile reperirlo ed è possibile acquistarlo solo in alcuni negozi della zona specializzati come il Salumificio Coccia e Sesto.E’ un piatto di preparazione al Natale che mi piace presentarvi per crearne l’atmosfera. E’ semplice da preparare.

Ingredienti
350 gr di lenticchie di Onano
450 gr di susianella (Salumificio Coccia*)
4 dl di passata di pomodoro
1 spicchio di aglio
salvia
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
brodo
1 bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiai di olio evo
sale, pepe
Procedimento
Mettete a bagno le lenticchie. Fate rosolare in una casseruola per pochi la salvia e le verdure tritate (potete usare in alternativa il soffritto surgelato) e
soffriggetele dolcemente finché saranno appassite.
Aggiungete le lenticchie, fatele insaporire per qualche istante mescolando, versate il vino, lasciatelo evaporare e aggiungere la passata; coprite e proseguite la cottura per 40 minuti circa; mescolate ogni tanto e unite un po’ di brodo caldo ogni volta che le lenticchie tendono ad asciugarsi.
A fine cottura, aggiungere la susianella tagliata tocchetti regolate di
sale e pepate; togliete la casseruola dal fuoco, fate riposare per qualche minuto e servite.
E’ un piatto che riempie ma che riserva una carica di energie…
*La Susianella del Salumificio è stata selezionata da Slow Food Italia come Presidio Slow Food
COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI