Sua eccellenza è servita, al Teatro Boni

Arriva al Teatro Boni di Acquapendente il 3 dicembre Sue eccellenza è Servita il testo di Patrizio Pacioni e Salvatore Buccafusca diretto da Giancarlo Fares.
In scena Antonio Conte, Guenda Goria, Salvatore Buccafusca, Francesco Sala, Mimmo Lovoi, Marco Blanchi.
Un ristorante, chiuso per lavori di ristrutturazione dei locali, viene eccezionalmente riaperto per ospitare una cena tra pochi intimi: si festeggia il compleanno di un sorprendente Vescovo sposato, istrionico e ispirato, che attorno a sé coagula, in una allucinata “ultima cena”, lo stralunato oste e gli altri commensali: un attore privo di autentico talento, una fin troppo esuberante cantante melodica, una ragazza (apparentemente) ingenua e sprovveduta e uno scontroso geometra. Esseri strani, ammantati della più piatta normalità ma, al tempo stesso, figurine da collezione da “galleria dei nuovi mostri”; grotteschi bipedi mutanti che dimostrano uno spirito di adattamento paragonabile a quello di animali e piante costrette a sopravvivere nelle più estreme condizioni ambientali.
Note di Regia: “Sappiamo quello che siamo ma non sappiamo quello che potremmo essere”. Amleto, Atto IV, scena III. Di queste parole è ricamata la veste che “Sua Eccellenza è Servita” indossa davanti al pubblico. Una veste che cerca di (s)mascherare il gioco del teatro, quello che si spinge ai limiti del surreale per poi trovare compimento in un epilogo drammaticamente odierno.
Le atmosfere, tanto divertenti quanto sinistre, supportano con un equilibrio perfetto l’interpretazione degli attori che, scena dopo scena, con ironia e leggerezza, creano e posizionano tanti pezzi di un puzzle che solo alla fine assumerà la sua forma completa e leggibile.
La falsità, l’arrivismo, l’amore strumentalizzato, i rapporti virtuali, sono i fili che muovono sulla scena i personaggi di questa pièce, fino a ridurli allo stremo delle loro capacità di azione.
Ed è qui che in loro soccorso giunge il gioco del metateatro, è qui che il sottile confine tra attore e personaggio viene valicato con l’intento di ricordarci che dietro ogni maschera c’è sempre un uomo che la indossa, che dietro l’apparenza c’è sempre una sostanza (spesso diversa) che possiamo scegliere di scoprire e far vivere.
(Giancarlo Fares)

Sua eccellenza è servita
scritto da Patrizio Pacioni e Salvatore Buccafusca
con Antonio Conte, Guenda Goria, Salvatore Buccafusca, Francesco Sala, Mimmo Lovoi, Marco Blanchi
regia Giancarlo Fares
Scene e costumi Fabiana di Marco
Aiuto Regia Viviana Simone
Foto di Scena Stefano Piacenti
Ufficio stampa Rocchina Ceglia
Teatro Boni
Piazza Della Costituente 9 – Acquapendente
3 dicembre ore 17.30
Tel. 0763 733174 – cell. 334 1615504 -Email: info@teatroboni.it
Biglietti Platea e Palco I Ord 17€
Palco II e III Ord 15€

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI