Stella Azzurra Orto Etruria in stato di massima allerta per la sfida con la Virtus Aprilia

La Stella Azzurra-Ortoetruria affronta stasera alle 20.30 al PalaMalè la Virtus Aprilia. La gara, anticipo della terza giornata di ritorno, è un impegno da affrontare con la massima attenzione e concentrazione.

Non inganni infatti la classifica attuale di Aprilia. La squadra di coach Meninchincheri è una formazione che in queste ultime partite ha trovato una sua dimensione e soprattutto un gioco efficace. Proprio nell”ultima gara di domenica scorsa  la Virtus ha superato Sora, squadra che ha da pochissimo inserito nel proprio roster quattro elementi di notevole livello e nella giornata precedente ha portato all’overtime un avversario molto forte come Frassati.

La compagine apriliana è squadra che può vantare ottimi elementi come l’esperto D’Orazio, Puleo, D’Alfonso ed un gruppo di giovani dalle ottime referenze e che certamente troverà in questa seconda parte di stagione una situazione migliore di quella attuale.

La Stella è quindi obbligata a ripetere le buone prestazioni offerte al PalaMalè sino ad oggi, ribadendo le proprie capacità nel cercare soluzioni positive ed in cui il giocare d’assieme dovrà essere il punto di forza di tutta la gara. Difesa efficace, rapidità nella circolazione del gioco, attenzione sotto le plance, dovranno essere gli elementi decisivi nell’affrontare una squadra dalle caratteristiche espresse da Aprilia.

I biancostellati arrivano a questo impegno con una infermeria molto afffollata. Fermo Misino, i cui tempi di recupero saranno più chiari tra un paio di settimane, in forse Caridà, Telesca e Razzino, il cui impiego sarà deciso solo poche ore prima della partita.

Un motivo in più per tutti gli altri per offrire prestazioni all’altezza della situazione e dare il proprio necessario contributo agli obiettivi di una squadra che cercherà di regalare ai propri tifosi un’altra bella serata.

Dirigono l’incontro Faro di Tivoli e Ciaccioni di Campagnano di Roma.

Ufficio Stampa Stella Azzurra Viterbo

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI