L’arte al cinema Lux: il macchiaiolo Stefano Bruzzi

Presentazione film “Stefano Bruzzi, un macchiaiolo tra Piacenza e Firenze” martedi 14 marzo in esclusiva insieme al film Revolution, il cortometraggio sul pittore macchiaiolo presente in sala il regista Tommaso Ferrari.Il 14 marzo al cinema Lux di Viterbo in viale Trento alle ore: 17.00-19.00.

Il film documentario di Tommaso Ferrari ripercorre la vita del pittore Bruzzi, che nasce a Piacenza nel 1835, si forma a Roma a contatto con il Castelli e Nino Costa e poi si trasferisce a Firenze. Nella città toscana frequenta i macchiaioli, in particolare Signorini e Fattori, e nella bella stagione torna nel piacentino, a Roncolo di Groppallo, sull’Appennino piacentino.

Bruzzi trova gli spunti, per la sua produzione del vero nei luoghi e nelle persone dell’Appennino piacentino, in quella parte della Val Nure, che da Bettola risale i monti fino a Groppallo.

Le immagini del film sono commentate dallo storico dell’arte Ferdinando Arisi e accompagnate dalle musiche del Gruppo Enerbia.

Nel filmato Arisi racconta che Bruzzi passava tutta le estati nella sua casa di Roncolo di Groppallo, una grande villa d’altura posta al centro dei vasti terreni di proprietà della sua famiglia. La casa di Bruzzi, e le terre intorno, sono i luoghi ritratti dal pittore, nei quali ambienta scene di vita contadina, con la forte presenza degli animali.

Per questo film Ferrari ha ritrovato molti luoghi dell’Appennino ritratti da Bruzzi nei suoi quadri e queste immagini sono parte del film documentario, in particolare il greto del fiume Nure, il Rio Restano, la casa di Bruzzi a Roncolo e i luoghi in prossimità della Chiappa della Pennula.

Il film “Stefano Bruzzi un macchiaiolo tra Piacenza e Firenze” di Tommaso Ferrari, è prodotto dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano e da Cravedi Produzioni Immagini ed è stato presentato al Film Flower Festival 2012.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI