Stefania Palamides: “Sarò la presidentessa di tutti”

Completo nero illuminato da una camicetta candida, tacchi a spillo, un caschetto di capelli color ebano, sorriso spontaneo. Quasi intimidita. “Frastornata”, puntualizza lei. Così si presenta alla sua conferenza stampa di debutto, Stefania Palamides, presidente neo eletto di Unindustria Viterbo, ma anche primo presidente donna degli industriali della Tuscia.

“Espressione di tutti gli imprenditori viterbesi”, si affretta a precisare Domenico Merlani (che le siede accanto) già numero uno di via Fontanella del Suffragio e oggi al vertice della Camera di Commercio. Sarò la presidentessa di tutti, scandisce Stefania Palamides, anche se è stata la scelta più diretta degli industriali del distretto di Civita Castellana, se non altro in quanto ha già svolto con significativi risultati il ruolo di “vice” del settore ceramico. A garantire per lei gli anni trascorsi nell’azienda paterna. “Anche se io sono un avvocato che la vita ha portato a percorrere strade diverse”, spiega.

Oggi Civita Castellana e il suo consorzio hanno bisogno di corroborare la fase di rilancio che stanno attraversando e dunque necessitano di una figura che ne porti avanti le esigenze in prima persona, ma che sappia anche lavorare per far uscire il resto della Tuscia dalla crisi cronica in cui si dibatte. “Non sono interessi contrapposti – afferma la neo presidentessa – ma che invece convergono verso un unico obiettivo, la valorizzazione del territorio, sotto il profilo imprenditoriale e anche culturale”.

Oltre non va, Stefania Palamides, che prima chiede di poter conoscere un po’ tutto e tutti del sistema in cui non soltanto è entrata a far parte, ma che soprattutto dovrà gestire per i prossimi quattro anni sulla base delle direttive già individuate da Unindustria Lazio.
Un compito evidentemente tutt’altro che agevole perché dalle difficoltà non siamo usciti (“Dobbiamo recuperare quello che abbiamo perso negli ultimi sei anni, anche se mi sembra di poter dire che siamo fuori dal guado”, sottolinea Merlani) e la sfida della competitività si fa ogni giorno più dura. “Io però ce la metterò tutta”. Parola di Stefania Palamides. Auguri!

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI