Spazio Pensilina: Creazione esplorazione e sperimentazione nell’infanzia

Allo Spazio Pensilina di Viterbo, in piazza Martiri d’Ungheria, dal 6 all’8 giugno, è in programma la mostra: doMANI, un viaggio creativo. Creatività, esplorazione e sperimentazione nell’infanzia. Protagonisti, bambini e bambine, gli adulti di domani. A cura di Polly Hannick e Saskia Menting, in collaborazione con la St. Thomas’s International School. La mostra invita a riflettere sul ruolo dell’educazione nella prima infanzia in questo periodo storico, di fronte alla discrepanza tra un’offerta di conoscenza immensa, disponibile sulla rete e un impoverimento dei rapporti interpersonali. doMANI è suddivisa in cinque isole tematiche: albero, argilla, musica, terra, luce e ombra. Ogni isola documenterà il processo creativo svolto dai giovani artisti. All’interno del percorso ci saranno spazi interattivi dove il visitatore di ogni età si potrà fermare e incontrarsi con la propria creatività. Inoltre, sarà proiettato il breve filmato doMANI, una retrospettiva di 25 anni d’attività del Laboratorio della Creatività di Saskia Menting.
A Settembre 2016, la St. Thomas’s International School di Viterbo ha introdotto nella propria scuola dell’infanzia uno spazio nuovo, chiamato atelier, ispirato ai pensieri di Bruno Munari, Loris Malaguzzi (Reggio Children) e Carl Orff. È un luogo in cui i bambini, in piccoli gruppi, possono esprimersi, immaginare, sbagliare, riprovare, inventare ed esplorare. Un luogo in cui le idee sono condivise, discusse e spesso esplorate in silenzio. L’atelier alla St. Thomas’s International School condivide i principi chiave dell’idea educativa di Reggio Children: tutti i bambini sono competenti, curiosi e creativi. Al centro c’è il concetto di meravigliarsi. Meraviglia come atto iniziale per il processo di apprendimento. I bambini sono scienziati naturali, guidati dalla curiosità, con grandi capacità di osservare e di formare teorie sul mondo che li circonda. L’espressione creativa di un bambino è il suo modo di comunicare e comprendere il mondo che lo circonda. L’attenzione essenziale è possibile in un sistema di rapporti. Quando i bambini condividono la loro “meraviglia” con altri bambini, genitori o insegnanti, entrano in un processo d’apprendimento più ricco e profondo. La collaborazione aumenta l’impegno sull’argomento e moltiplica le opportunità di apprendimento. Domande e interesse da parte dei bambini sono fondamentali per l’esperienza d’apprendimento. La “meraviglia” collettiva in classe e la condivisione delle idee coltivano i semi per nuove conoscenze. L’insegnante agisce come guida, senza dare risposte, e sostiene i bambini nel loro percorso di apprendimento. I bambini usano tanti linguaggi per esprimersi. Tutte le forme d’espressione sono equivalenti e sono stimolati. La documentazione aiuta a ricordare e riflettere sulle esperienze fatte. Durante il processo di apprendimento, gli insegnanti documentano l’esperienza dei bambini attraverso fotografie, appunti, video e attraverso lavori creativi. Il tutto viene condiviso con l’attenzione sul processo, piuttosto che sul prodotto.
All’inaugurazione interverranno Polly Hannick, coordinatrice della scuola dell’infanzia della St. Thomas’s International School, e Marcella Brancaforte, illustratrice di libri per l’infanzia e curatrice del festival Librimmaginari, che parlerà dell’importanza della lettura condivisa nell’infanzia, che stimola il pensiero creativo nel bambino e presenterà lo scaffale volante.
Lo scaffale nasce quest’anno, all’interno della sesta edizione di Librimmaginari, per promuovere la lettura e i libri, per scambiarli con spirito di condivisione e partecipazione.
È un vero e proprio scaffale di albi illustrati, che viaggia tra le persone del territorio e inizia a essere utilizzato per pomeriggi e giornate dedicate alla lettura.
Inaugurazione: 6 giugno ore 18. Orari: 10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI