Sos Caffeina: servono fondi. La Biblioteca parte con una raccolta

biblioteca

Il futuro di Caffeina è messo a serio rischio per la mancanza di fondi. E la Biblioteca consortile risponde prontamente con una raccolta fondi. E’ stata allestita una cassetta per riuscire ad unire le forze di tutti coloro che credono nella cultura per non fare morire questa iniziativa letteraria che dà lustro alla città e che la rende viva per dieci giorni durante l’estate.

Per i soci fondatori Andrea Baffo e Filippo Rossi: l’unico rimedio possibile potrebbe essere un contributo volontario di 1 euro per entrare nella cittadella letteraria dal 26 giugno al 5 luglio nel centro di Viterbo. L’appello è stato lanciato dai due soci fondatori Andrea Baffo e Filippo Rossi. Piuttosto, la richiesta d’aiuto di chi non ce la fa più: “Con 250mila euro Caffeina non può andare avanti – spiega Rossi -. In queste condizioni, è l’ultima edizione. Abbiamo impegni con i fornitori che vogliamo onorare”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI