Sirena D’oro 2016 a Sicilia Puglia e Toscana.La Tuscia non c’è

I migliori oli extravergine di oliva Dop e Igp del 2016, premiati con la “Sirena d’Oro”, il riconoscimento assegnato dal concorso nazionale promosso dalla città di Sorrento in collaborazione con Unaprol e FederDop Olio.
Le aree di produzione da cui provengono gli oli vincitori sono le Dop Monte Etna, Terra di Bari (sottozona Castel del Monte) e Terre di Siena.
I vincitori sono stati proclamati il 16 mattina a Roma, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato Colomba Mongiello e Paolo Russo, componenti della XIII commissione Agricoltura della Camera dei deputati, il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo, il presidente di Unaprol David Granieri, il presidente di FederDop Olio Daniele Salvagno, e il direttore di Coldiretti Campania Salvatore Loffreda. La selezione dei migliori oli è avvenuta al termine di numerose sedute di assaggio, svoltesi prima a Firenze, e poi a Sorrento, ad opera di assaggiatori professionisti delle associazioni Oleum e Assaggiatori Associati, provenienti da diverse regioni italiane.
I riconoscimenti assegnati dal Sirena d’Oro sono cinque: Sirena d’Oro, Sirena d’Argento, Sirena di Bronzo, e due Gran Menzioni.
Tre le categorie del concorso: fruttato intenso, fruttato medio e fruttato leggero. Nella categoria fruttato intenso, Sirena d’Oro all’azienda agricola Romano Vincenzo con la Dop Monte Etna, Sirena d’Argento all’azienda agricola Tommaso Masciantonio con la Dop Colline Teatine (sottozona Frentano) e Sirena di Bronzo all’azienda agricola Alfredo Cetrone con la Dop Colline Pontine. Gran Menzione alla società cooperativa Agrestis con la Dop Monti Iblei (sottozona Monte Lauro) e all’azienda agricola Titone con la Dop Valli Trapanesi.
La Sirena d’Oro nella categoria fruttato medio è stata conferita al Frantoio Galantino srl con la Dop Terra di Bari (sottozona Castel del Monte). Sono state assegnate la Sirena d’Argento all’Oleificio Fam con la Dop Irpinia (sottozona Colline Dell’Ufita) e la Sirena di Bronzo all’Oleificio Demuru Paolo con la Dop Sardegna. Gran Menzione all’azienda agricola De Carlo con la Dop Terra di Bari (sottozona Bitonto) e alla cooperativa agricola Olivicoltori Valle del Cedrino con la Dop Sardegna.
Nella categoria fruttato leggero, Sirena d’Oro all’azienda agricola Carraia con la Dop Terre di Siena, Sirena d’Argento all’azienda Redoro con la Dop Veneto (sottozona Valpolicella) e Sirena di Bronzo all’azienda agricola Buonamici con l’Igp Toscano (sottozona colline di Firenze). Gran Menzione all’azienda agricola Orseggi con la Dop Riviera Ligure (sottozona Riviera di Levante) e all’azienda agricola Stefanini Tronchetti con la Dop Lucca.
“Il Sirena d’Oro di Sorrento è un punto di riferimento nella promozione dell’olivicoltura italiana di qualità, essendo peraltro l’unico concorso nazionale che, sin dalla sua prima edizione, ha scelto di rivolgersi in via esclusiva ai soli produttori di oli extravergine di oliva a marchio certificato Dop e Igp – ha evidenziato il presidente di FederDop Olio Daniele Salvagno –

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI