Sipicciano, recuperata la statua della Madonna della Misericordia

Domenica 16 ottobre 2016, dopo oltre 50 anni, tornerà in processione per le vie di Sipicciano la statua della Madonna della Misericordia, grazie ad un’iniziativa di Claudio Mancini, ricercatore e studioso di storia locale, e di Stefania Profili, che ha curato e coordinato tutte le fasi di recupero.

La Madonna delle Misericordia è una importante icona devozionale per tutti i Sipiccianesi che la venerano dal lontano 1796, rivolgendosi prima ad una miracolosa immagine portata dai marchesi Costaguti nel loro feudo di Sipicciano e, in seguito, ad una statua realizzata nel 1864 e portata in processione fino al 1961.

La statua, commissionata dall’allora parroco Don Stefano Bellacanzone, ha la peculiarità di avere la testa, le mani e i piedi interamente modellati in cera e rappresenta un’opera inedita e di indubbio valore artistico del pittore viterbese Gaetano Spadini. La documentazione d’archivio rinvenuta da Claudio Mancini conferisce all’artista viterbese la paternità dell’opera, completata da una imponente macchina per il trasporto, oggi purtroppo perduta, realizzata dal maestro doratore Pietro Garbini, anch’egli viterbese.

Per riportare la statua della Madonna della Misericordia in processione, recuperata anni fa nella vecchia chiesa parrocchiale in frantumi sotto un cumulo di macerie, ci sono voluti mesi di intenso lavoro per il restauro – eseguito dallo Studio dell’Arch. Beatrice Palma e risultato particolarmente laborioso per la ricomposizione dei numerosi frammenti – e l’entusiasmo della Comunità di Sipicciano e della parrocchia guidata da don Mario Zanasi, che hanno risposto positivamente alla necessaria raccolta dei fondi.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI