“Si alzò la vela e la nave partì”: al via la stagione del Mancinelli dedicata alla grande Anna Marchesini

Una stagione quella del Teatro Mancinelli di Orvieto alla quale hanno scelto di aderire a costi misurati numerosi artisti, è dedicata a Anna Marchesini attrice orvietana straordinaria: “Si alzò la vela e la nave partì” è la frase presa in prestito da “Il terrazzino dei gerani timidi” che si lega al programma. Ventidue, gli spettacoli tutti di grande livello.
Gioele Dixche sarà a Orvieto sabato 25 novembre alle 21 per “Il malato immaginario” di Molière.. Debutta qui domenica 3 dicembre alle 17 “Bukurosh, mio nipote” di Gianni Clementi, sequel ideale del fortunato “I suoceri albanesi” con Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi.
Massimo Dapporto, invece, martedì 19 dicembre alle 21 è alle prese “Un borghese piccolo piccolo”, pièce tratta dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami con le musiche originali di Nicola Piovani e la regia di Fabrizio Coniglio. Pubblico sul palcoscenico per “Se tu avessi parlato Desdemona. L’ultimo quarto d’ora nella camera da letto del generale Otello” con Enrica Rosso.
Attesa giovedì 18 e venerdì 19 gennaio alle 20.30 e alle 22, con recite serali e matinée per le scuole secondarie di secondo grado. Domenica 21 gennaio alle 17 Lina Sastriporta in scena “Appunti di viaggio – Biografia in musica”, racconto libero e inedito della sua lunga carriera d’artista. Toni e Peppe Servillo si dividono il palco con i Solis String Quartet per “La parola cantata” sabato 27 gennaio alle 21 per “un concerto, una recital, una festa fatta di musica, poesia e canzoni che celebra Napoli”.
Un vortice di comicità e personaggi irresistibili domenica 4 febbraio alle 17. Merito di “Paola Minaccioni Live” di e con Paola Minaccioni, con il suo “universo graffiante, timido, aggressivo e conturbante, provocatorio e riflessivo, delicato e ingenuo, moderno e saggio insieme, strepitoso scenario della realtà”. Risate in rosa anche giovedì 15 febbraio alle 21 con Geppi Cucciari e il debutto del monologo “Perfetta.Tre, le storie popolari che compongono “Croce e delizia, signora mia…”, uno speciale omaggio a Giuseppe Verdi firmato Simona Marchini in programma domenica 4 marzoalle 17, con Paolo Restani che descrive al pianoforte temi verdiani attraverso la parafrasi di Liszt. “Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show”, sabato 10 marzo alle 21 per uno spettacolo in cui il duo maschile del fu Trio torna insieme sul palco dopo 15 anni proponendo voci, imitazioni, sketch ed improvvisazioni sulle note live della Jazz Company diretta dal Maestro Gabriele Comeglio. “Giorni felici” di Beckett, considerato uno dei momenti più alti del teatro del Novecento e portato in scena anche da Anna Marchesini, vede sul palco venerdì 6 aprile alle 21 Nicoletta Braschi.
Un’ironia schietta e travolgente, la pièce “Sulle spine” con Urbano Barberini, “noir psicologico a tinte comiche” di scena venerdì 20 aprile alle 21.
“Il caso Signor-elli – Indagine sul mistero di Freud e il Giudizio Universale di Luca”, scritto, diretto e interpretato da Guido Barlozzetti, con il progetto visivo e l’allestimento di Massimo Achilli.
Prima nazionale venerdì 27 aprile alle 21, alle 11 matinée per le scuole secondarie di secondo grado, per uno spettacolo-racconto sul padre della psicoanalisi, colpito e profondamente turbato dai dipinti dell’artista nella Cappella Nova del Duomo.
Piera Degli Esposti è invece la protagonista, venerdì 4 maggio alle 21, di “WikipierA”: un’intervista dal vivo, condotta dallo stesso Pino Strabioli, nella quale la grande attrice torna sul palco dopo quasi dieci anni di assenza per ripercorre oltre mezzo secolo di carriera. “Un vero e proprio show, un concerto fra brani di grande teatro e ricordi”.

La campagna abbonamenti inizierà giovedì 26 ottobre al Botteghino del Teatro Mancinelli, nelle giornate di giovedì e venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Il sabato, solo la mattina, dalle 10 alle 13. informazioni relative a biglietti e formule di abbonamento saranno online sul sito www.teatromancinelli.com

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI