A scuola di giallo, con il club di lettura di Federica Marchetti

Cominciato già dal 9 settembre, il club di lettura a cura della scrittrice Federica Marchetti  quest’anno inaugura un percorso diverso, “ A Scuola di Giallo”. Settima edizione di incontri interattivi e itineranti per i partecipanti. Da settembre  a giugno con più di un appuntamento al mese verrà proposta un’ampia gamma di esperienze: la storia del giallo, le letture, il bookcrossing e la Gialloteca, la biblioteca virtuale; gli approfondimenti, la scelta dell’autore dell’anno, gli incontri con scrittori che interverranno a presentare i loro ultimi libri e la loro esperienza con il giallo, un laboratorio di scrittura; le proiezioni di film, telefilm e documentari; Viterbo in Giallo4, un quiz, “pillole di giallo”, una cena con delitto, una mostra e chissà cos’altro. Quest’anno il club ha anche una mascotte, il cane Milo che adora farsi fotografare con libri e cappelli originali. Tutti gli incontri si svolgeranno a porte chiuse e saranno riservati agli iscritti tranne gli appuntamenti con gli scrittori ospiti che saranno aperti a tutti. Le informazioni e gli aggiornamenti si trovano sul sito www.ilgattonero.it

 

Per ottobre sono previsti due appuntamenti con ingresso libero entrambi presso la Libreria Etruria in via Matteotti 67 a Viterbo: sabato 7 ottobre ore 18 presentazione di Mascioli e i suoi cicinin (Robin) di Maria Delfina Tommasini, una scrittrice romana che fa parte del gruppo di A scuola di Giallo e sabato 28 ottobre ore 17 presentazione de Il peccato e l‘inganno (Mondadori) di Andrea Franco, vincitore del Premio Tedeschi del 2013.

 

 

Federica Marchetti è autrice di narrativa, di saggistica e di un curioso libro autobiografico. Lettrice fin dall’adolescenza di Nancy Drew e di Agatha Christe, dal 2000 ha ufficialmente iniziato il suo “viaggio in giallo”.  Così: ha creato la fanzine “Il Gatto Nero”,  si è laureata sul néopolar francese con una tesi su Léo Malet; ha aperto il sito www.ilgattonero.it, ha scritto per siti e riviste di settore,  ha organizzato e curato le presentazioni di libri di numerosi scrittori, ha partecipato a Caffeina, festival ed eventi; ha realizzato la rassegna “Viterbo in Giallo”,  ha organizzato cene con delitto, ha curato delle antologie e pubblicato vari libri: di televisione (Giallo in TV e La Signora in Giallo),  una piccola enciclopedia (Agenda del Giallo), una serie di racconti ambientati a Viterbo (C’è una cadavere in libreria)  e un saggio (A proposito di Agatha Christie). Nel 2017 è tornata con un libro ispirato dalla sua tesi di laurea (La Parigi di Léo Malet) e con il romanzo prequel dei racconti (Chi ha paura di Agata Cristi?).

 

 

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI