Sanremo profuma di Tuscia: dai Dear Jack a Giulia Anesini

Parte stasera la 66a edizione canora per eccellenza, il Festival di Sanremo.
La fragranza dei fiori della città ligure si fonde con il profumo di Tuscia. Non solo i Dear Jack saliranno sul palco dell’Ariston con “Mezzo respiro” e un Alessio Bernabei tarquiniese, la prima volta single. Nella finalissima del Sanremo Music Award un concorso collaterale al Festival,tra i giovani in gara ci sarà pure la cantante viterbese Giulia Anesini, anno di nascita 1998.
Nonostante i pochi anni è una già una artista con un curriculum ricchissimo.
Sarà presente nella finalissima del Sanremo Music Award, concorso collaterale del 66° Festival della Canzone Italiana di Sanremo.
Giulia si esibirà nella straordinaria cornice sanremese il 10-11 Febbraio, mentre il 12 Febbraio sarà al Fairmont Hotel di Montecarlo Salle d’Or per la finalissima.
La storia della giovane artista inizia con la partecipazione al Mini festival di Viterbo di Paolo Moricoli, una rassegna che ha posto sotto la luce dei riflettori diversi artisti.
Una passione per il canto quella di Giulia che l’avvia verso un corso di studi con l’insegnante Alessandra Riccitelli dell’Istituto Carissimi di Viterbo, che tuttora la segue.
Il cammino di Giulia continua nello studio di canto e pianoforte al Liceo Musicale “Santa Rosa da Viterbo”.
Una vita che scorre apparentemente normale per un talento così giovane, che si sta mettendo in luce con una determinazione manifestata da un obiettivo ben scandito: “Voglio fare esperienza di ogni genere musicale per aiutare la mia formazione artistica e personale. Mettermi a confronto con persone che condividono la mia stessa passione e imparare da ogni esperienza”.
Sul palco del Sanremo Music Aeards ci sarà con il suo secondo inedito, che non a caso si chiama “Voglio tutto”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI