San Pellegrino in Fiore: le iniziative dei ristoratori

cibo

Tradizione e territorio.  Cultura ed economia. San Pellegrino in Fiore mette in moto la città. Tra le varie iniziative eccone alcune che accompagnano l’esposizione dei fiori: il “Mercato Contadino”,organizzato dal “Tredici Gradi” in piazza del Gesù, con “Tusciagnam” e l’azienda agricola “Il Circolo”, che porteranno in tavola i sapori tipici di tutto il territorio della Tuscia, animando un’area storicamente importante e centrale non solo nel percorso di San Pellegrino in Fiore, ma anche nella distribuzione delle varie attività economiche del centro storico con diversi punti di ristorazione che hanno partecipato fattivamente alla realizzazione di questa edizione con un loro contributo.

Tra questi il ristorante “Il Labirinto”, anch’esso impegnato tutto l’anno a creare “delizie” per la tavola proprio in piazza del Gesù, e il “Magna Magna”, che in occasione della tre giorni di San Pellegrino in Fiore continuerà a vivacizzare le serate con vini locali di tutte le qualità, panini e taglieri consumati ascoltando concerti musicali.

Anche l’associazione Ninpha contribuirà ad arricchire il programma di San Pellegrino in Fiore con l’arredo e l’apertura del lavatoio del 1200, mentre nella chiesa di San Silvestro si terrà un concerto del liceo musicale Santa Rosa.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI