Sagra delle Castagne: Soriano fa festa alla regina dei Cimini

La manifestazione ha lontanissime origini che si rifanno a una festa istituita dal Consiglio della Comunità alla fine del XV secolo.
L’attuale sagra nasce nel 1968 e tende a svilupparsi in due distinte direzioni: la rievocazione degli eventi più significativi della storia del paese e l’omaggio a uno dei frutti più nutrienti del territorio, la castagna.
Anche in questa prossima festa il bel paese dei Cimini viene avvolto da un’atmosfera suggestiva, tutto adornato è possibile durante il periodo della festa rivivere scene rievocative che sono a metà strada tra fatti realmente accaduti e magiche e antiche credenze tramandate da generazione in generazione.
La festa si snoda in due weekend e celebra l’autunno con uno dei suoi frutti più corposi, la castagna, il frutto dei Cimini che tanto incide nell’economia di questo lembo di Tuscia.

Programma primo weekend 1-2 ottobre PALIO DELLE CONTRADE
Sabato 1 ottobre si presenta come una giornata ricca di appuntamenti a Soriano. Al mattino (ore 10.30), presso la chiesa di San Giorgio in Via dei Castagni, l’omonima contrada presenta il libro “San Giorgio” e, nel pomeriggio in Piazza Vittorio Emanuele II, cura l’esibizione di falconeria (ore 16.30). Quindi, alle 17.30 presso le scuderie di Palazzo Chigi-Albani, si terrà la conferenza “La Gioconda svelata: tra ritratto e allegoria”, relatrice Elisabetta Gnignera. In serata, a partire dalle 21.30, sempre in piazza andrà in scena una manifestazione a cura dell’Ente Sagra con esibizione del Gruppo Storico Spadaccini del rione Rocca e del Gruppo Sbandieratori e Musici della Nobile Contrada Trinità (ingresso tribune 4 euro). A seguire “20 anni di COST”, manifestazione celebrativa dell’associazione COST.
Domenica 2 ottobre è la giornata del Palio delle Contrade. Si parte al mattino (ore 10.30) con l’esibizione dei giovani sbandieratori e spadaccini in Piazza Vittorio Emanuele, seguita a mezzogiorno dalla lettura del bando di sfida per le vie del paese. Alle ore 14 in piazza assembramento e partenza del corteo per il “Campo de li giochi” in località Giannotti, dove alle 15 arcieri e cavalieri delle quattro contrade si contenderanno l’ambito palio, realizzato ogni anno da un artista diverso (ingresso 5 euro). Sarà la contrada Trinità a difendere il Palio vinto nel 2015. La competizione si divide in due momenti: la giostra degli anelli e il torneo degli arcieri. Alle 18 in Piazza Vittorio Emanuele sarà proclamato il vincitore e alle 21.30 è in programma una manifestazione rievocativa a cura del rione San Giorgio (ingresso tribune 2 euro). Per l’intera giornata di domenica Soriano sarà interessata da una fiera mercato e sarà possibile visitare al Castello Orsini (ore 10-13 e 15-20) il Museo delle Torture “Ars Doloris”.

In questa edizione l’Ente Sagra promuove inoltre un’iniziativa di solidarietà a favore della città di Amatrice, il cui sindaco Sergio Pirozzi, allenatore di calcio, ha guidato la squadra di calcio di Soriano: saranno donati 2 euro per ogni biglietto venduto durante la Sagra delle Castagne.

Organizzazione: Ente Sagra delle Castagne- Pro Loco di Soriano nel Cimino
Piazza Umberto I -Soriano nel Cimino.
www.sagradellecastagne.com/it/programma

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI