Sagra del Carciofo: a Orte tra degustazione e tradizione

A Orte Scalo,viva è l’attesa per la Sagra del Carciofo che si terrà sabato 18 aprile con inizio alle 15,30.
L’appuntamento, giunto alla terza edizione, è ospitato nei Giardinetti di Orte Scalo e si prospetta come un’ottima occasione per trascorrere una giornata all’aria aperta. Previsti numerosi giochi sia per grandi che per bambini oltre ad uno stand gastronomico che già dal primo pomeriggio sarà pronto a sfornare pizzette e carciofi fritti a volontà.
Dalle 18,30, infine, l’attesa gara del carciofo dolce, tipica specialità ortana che si usa mangiare durante la festa di San Sebastiano in fiore e che ha una forma molto somigliante alla più conosciuta torta di rose.
Questa leccornia, come pure il carciofo ortaggio, caratterizzano da sempre il territorio di Orte.
E’ di qualche tempo fa, al riguardo, il progetto di recupero e rivalutazione del “carciofo ortano”, una varietà di quello romanesco che cresceva lungo il tratto del fiume Tevere e che negli anni si è differenziato grazie alle particolari caratteristiche climatiche diverse da quelle della zona romana. Il carciofo ortano si è mantenuto per molti anni negli orti del paese dove gli anziani hanno continuato a coltivarlo al fine di una prosecuzione ed una valorizzazione della coltura, facilitata anche dal adattamento all’ambiente circostante. Questo non ha però impedito una sorta di “imbastardimento” con specie più commerciali con la perdita progressiva delle originarie caratteristiche. L’evento è organizzato dal comitato in carica, la Classe 1974, guidata dal presidente Massimo Marcoccio. La Sagra del Carciofo mette sul piatto quindi occasione sia per il storia e tradizioni e si pone come volano per la valorizzazione della cultura gastronomica come peculiarità sulla quale puntare per uno sviluppoturistico.
Per info: www.classe1974.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI