Ruiz e Lorenzetti: “Il matrimonio può attendere” al Bianconi

Il matrimonio può attendere

Un’automobile percorre una strada di campagna in una notte di luna piena poi, una curva pericolosa, oltre a far andare fuori strada la macchina, si trasforma in un’occasione per fare il punto della situazione sentimentale di Diego e Fulvia. È questa la trama di “Il matrimonio può attendere”, commedia teatrale diretta da Nicola Pistoia che vedrà come protagonisti Diego Ruiz e Fulvia Lorenzetti al posto della storica protagonista Francesca Nunzi, temporaneamente impegnata, e che sarà portata in scena domenica 1 febbraio alle 17 sul palco del Teatro Bianconi di Carbognano.

Con una scenografia costituita dal solo muso di una Mini Rover ammaccata immersa tra le frasche, Diego Ruiz e Fulvia Lorenzetti, single entrambi in quell’età di mezzo che va dai trenta ai quarant’anni, iniziano a tirare le somme della loro situazione sentimentale ma anche dei tanti aspetti che fanno del genere maschile e femminile due mondi lontani anni luce. Mentre attendono l’arrivo dei soccorsi, i due attori si lasciano andare in battibecchi divertenti sui rapporti di coppia, sul matrimonio e sui piccoli grandi interrogativi dei quarantenni single come loro.

Lo spettacolo diventa quindi un viaggio nei rapporti di coppia, tra desideri nascosti e voglia di maternità, ambizione e responsabilità, rapporti di coppia e matrimonio, offrendo al pubblico un tema già ampiamente trattato ma sempre attuale. Dilagante, inoltre, la simpatia e la bravura dei due attori che, con la loro gestualità daranno maggiore intensità alle battute, riuscendo senz’altro a coinvolgere e a far ridere il pubblico della Tuscia.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI