Rugby C 2 Tusciarugby – Arvalia Roma 14/12

Prima vittoria stagionale – sul campo- per il Tusciarugby di Fabrizio D’Ottavio che al “Sasso d’Addeo” di San Martino al Cimino supera di misura il fanalino di coda Arvalia Villa Pamphili Roma con il punteggio di 14 a 12.
Ancora una volta in formazione d’emergenza i biancorossi, capitanati per l’occasione da Gianluca Fabiani, grande motivatore, dimostrano da subito di essere padroni del campo costringendo gli ospiti per tutto il primo tempo a difendersi nella propria metà campo. Il grande lavoro svolto dalla mischia, guidata da un inesauribile, a dispetto dell’età, Marco Claudiani e da un Francesco Ratano ieri tra i migliori dei suoi assieme a Angelo Orlandini, dà i suoi frutti sul finire del tempo con Marco Provenzano, schierato all’apertura, pronto a raccogliere l’ovale e a schiacciare in meta per la trasformazione dello stesso Ratano.
Al cambio di campo l’Arvalia prova a reagire ma presto è costretta di nuovo nei propri ventidue dalla veemente pressione dei padroni di casa. Che, tuttavia, non riescono concretizzare per l’eccessivo nervosismo, sanzionato dall’ottimo arbitro Ciocci di Civitavecchia con ben tre espulsioni temporanee. Clamoroso poi il cambio di assegnazione di una punizione ai cinque metri ospiti per proteste.
“Abbiamo seriamente rischiato con il nostro atteggiamento davvero fuori luogo di regalare la partita all’Arvalia – dirà il presidente Guerra negli spogliatoi. Di sicuro gli abbiamo regalato un punto, quello che abbiamo perso non riuscendo a segnare le quattro mete per il bonus. Pensavo che quello della disciplina in campo fosse un problema superato, al contrario riusciamo addirittura farci punire quando l’arbitro ha assegnato a noi una punizione!”.
Le tre espulsioni, ovvero giocare 30 minuti con un uomo in meno, cominciano a farsi sentire e consentono di fatto agli ospiti prima di accorciare le distanze con una meta non trasformata, poi di portarsi in vantaggio sul 12 a 7.
Simone Del Cima e compagni decidono allora di dare il tutto per tutto e vengono premiati dalla concessione di una meta tecnica che, trasformata da Marco Provenzano, regala al Tusciarugby la sua prima vittoria al “Sasso d’Addeo”.
I protagonisti: Fabio Ciancolini, Valerio Ciancolini, Marco Claudiani, Simone Del Cima, Francesco Maria D’Ottavio, Gianluca Fabiani (cap), Alessio Lucchesi, Diego Maccioni, Michele Marinucci, Raimondo Montella, Edoardo Morè, Angelo Orlandini, Alessio Pacelli, Marco Provenzano, Francesco Ratano, Valerio Silvi, Simone Tomarelli – All. Fabrizio D’Ottavio
(foto Viviana Costabile)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI