Risorge il Carnevale Viterbese “perché io a Viterbo ‘je vojo bene’”

Sì, proprio un comitato spontaneo ha fatto rinascere il Carnevale Viterbese, presentato con tutti i crismi nella conferenza di venerdì mattina a Palazzo dei Priori. Della squadra fa parte anche Mammorappo, al secolo Massimiliano Urbani, che animerà la folla dal palco di piazza del Comune al termine della sfilata. “Quando c’è da fare qualcosa per Viterbo io ci sono sempre – dice – perché io a Viterbo ‘je vojo bene, hai capito come?!’”. Presso Sala del Consiglio di Palazzo dei Priori oltre alla consigliera Daniela Bizzarri e l’assessore allo Sviluppo economico Sonia Perà sono presenti anche gli esponenti delle associazioni giustamente mascherati, l’hippy Lucio Matteucci, che c’è da dire di avere il merito di essere sempre partecipe nelle iniziative per Viterbo e con Viterbo, poi la regina Catia Marchettini con tanto di corona in testa. “E’ bellissimo far tornare il Carnevale a Viterbo afferma l’Assessore Perà soprattuto quando il progetto nasce spontaneamente, da chi crede nelle proprie idee e si impegna a farlo condividere.
In questo primo esordio saranno solo gruppi mascherati, ma chi ben comincia è a metà dell’opera.Alla nuova amministrazione comunale spetterà il compito di sostenere l’iniziativa facendo ripartire anche i Carri, emblema del carnevale viterbese. Paolo Manganiello è il direttore artistico del Carnevale viterbese. “Direttore artistico per modo di dire – rileva sorridendo -. Qui ognuno ha messo del suo.Ma si sa è solo insieme che si vince. Appuntamento dunque a sabato 10 febbraio alle 15.00 a piazza del Sacrario. I gruppi mascherati sfileranno poi per via Marconi, via del Corso, piazza delle Erbe, via Saffi, piazza Fontana Grande e via Cavour. Poi balli e musica a piazza del Comune. Un concorso fotografico a corredo del programma con tre premi in palio ma chi si aggiudicherà il primo sarà il testimonial del Carnevale 2019. Avanti tutti la festa sta arrivando.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI