Rifiuti, dal 1 novembre parte la raccolta dell’organico a Viterbo

Insieme alla posta, sotto la buca delle lettere, sono arrivati quasi anonimi cestelli. Marroni e traforati. Sorpresa? Non più di tanto perché si sapeva che la raccolta de rifiuti a Viterbo prevedeva un altro step importante, quello del recupero dell’«organico». Nel senso di «rifiuto». Che, nella sostanza, significa una ulteriore separazione dei residui vegetali e di cucina da quelli più generici. Insomma, prima era soltanto raccolta «indifferenziata», da domani sarà «indifferenziata», ripulita dall’«organica». Quest’ultima finirà, appunto, in quei piccoli cestelli (con tanto di opuscolo informativo e calendario di svuotamento) il cui contenuto, a sua volta, andrà a riempire un mastello più grande accanto al portone di ogni condominio.

L’operazione è già partita attraverso una campagna di informazione capillare, disposta dalla società Viterbo Ambiente, ma in pratica scatterà soltanto sabato primo novembre e coprirà l’intera città, ad esclusione di alcune zone periferiche. L’obiettivo è quello di migliorare la tenuta igienica collettiva, ma soprattutto di separare il rifiuto «indifferenziato» da quello «organico» che permetterà di ottimizzare proprio la raccolta «indifferenziata» portandola a oltre il 60% del carico attuale.

Di seguito alcune ”pillole” utili, comunque da ricordare. Il 30% dei rifiuti organici è composto di scarti di cucina, fogliame e tutto ciò che in genere è biodegradabile. Il suo riciclo avviene attraverso un impianto di campostaggio che permette di produrre materiale da utilizzare in agricoltura come fertilizzante. La raccolta dell’organico funzionerà con le stesse modalità dell’attuale «differenziata».

Per i condomini saranno utilizzati cestini di piccole dimensioni che potranno variare però a seconda delle necessità. La biopattumiera dovrebbe essere sistemata correttamente sotto il lavello della cucina con all’interno un sacco biodegradabile che, una volta riempito, dovrà essere gettato nel mastello per il successivo conferimento su strada. Gli orari di esposizione dei contenitori resteranno invariati, ma necessariamente cambieranno le giornate dedicate alle varie tipologie di rifiuto. La raccolta separata dell’organico non è prevista per coloro che usufruiscono delle Isole di prossimità.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI