Residenze Tuscania Danza: prova aperta con i quattro autori

Presenza e memoria vengono alleggerite e semplicemente offerte allo sguardo dello spettatore e l’emozione si fa grande.Dal 10 giugno Tuscania Danza con Associazione Vera Stasi presenta presso le proprie strutture quattro autori che lavorano nell’ambito della danza contemporanea. Ognuno si cimenterà per una settimana sul tema della sua attuale ricerca e poi incontrerà il pubblico nell’ambito di una prova aperta, a ingresso libero. Gli appuntamenti sono sempre alle 18.00 al Supercinema di Tuscania, Centro Storico, via Garibaldi 1.
Sabato 24 giugno ci muoveremo poi dal Supercinema tutti insieme per seguire il percorso creato da Alessandro Pintus e dai danzatori/studenti di Non Company in diverse location del Centro Storico. Il progetto, è sostenuto da Mibact e vede la collaborazione di Teatro Pocci eil sostegno di BCC-Banca di Credito Cooperativo di Roma.
www.progettiperlascena.org
Questo il calendario degli appuntamenti:

Marta Lucchini BAGLIORI – sabato 10 giugno – h 18.00
Marta Olivieri S.U.D.M.U.P. ( audio research) – sabato 17 giugno – h 18.00
Alessandro Pintus LE MOND LE MAT – sabato 24 giugno – h 18.00
Loredana Parrella CIGNO – domenica 25 giugno – h 18.00

BAGLIORI è una minuta liturgia di trasfigurazioni in un altrove magico e sospeso, è un giardino interiore di apparizioni e metamorfosi. Il paesaggio è notturno misterioso lunare, si trasforma con la danzatrice, a tratti sfuma in una visioneopalescente e velata.
Corpo spazio luce e suono si intrecciano e sviluppano insieme, dando vita ad una successione di incarnazioni.
Come nel mito, apparizioni trasfigurazioni metamorfosi costruiscono la trama dell’immaginario.

Marta Lucchini ha al suo attivo una lunga serie di studi formativi (Accademia Isola Danza alla Biennale di Venezia, Sosta Palmizi, European Dance Development Center di Arnhem, Olanda) e collaborazioni artistiche (compagnia Secondo Taglio, compagnia Abbondanza/Bertoni, Aldes/Roberto Castello, Virgilio Sieni, Giulio De Leo, Giorgio Rossi/Sosta Palmizi, Michela Lucenti/Balletto Civile, Teatro all’Improvviso, Loss, Teatro del Buratto, Teatro Kismet Opera di Bari, Sharon Fridman, Cinzia De Lorenzi, Daniele Abbado e Simona Bucci, Alessandro Sciarroni, Enrico Intra e Manuela Tadini, Yasmine Hugonnet).
Nel 2012 ha creato due cortometraggi: Close to me, selezionato per la finale del concorso Il coreografo elettronico, e Nell’Ombra selezionato al Cinedans Festival di Amsterdam

S.U.D.M.U.P. ( audio research ), acronimo per Scomparendo Un Dialettico Muore Un Popolo, nasce dalla volontà di interrogare l’identità dei luoghi e dei corpi che li abitano. L’impressione è che non ci sia spazio per l’identità del singolo in una società in cui la cultura dominante diventa destino. All’individuo non è consentito essere fuori dagli schemi preposti. Al luogo non è consentito esistere al di là dei dettami consumistici.
“Ho ascoltato, e ascolto tutt’ora, cosa intorno a me si esprime in modo autentico. L’intento è la cattura istantanea di qualcosa che svanisce. Mi affascina il tempo della ricerca.”
La metodologia di ricerca pone le sue radici nella ripresa fugace di attimi che svaniscono velocemente, pur restando impressi nella memoria. La linea produttiva verrà scandita dall’approfondimento dell’interazione dei corpi e dei materiali#audio in una prima fase per poi passare all’approfondimento dei materiali#audiovisivi in una seconda.

Marta Olivieri ha frequentato corsi di storia dell’arte all’Università La Sapienza di Roma, ha lavorato a lungo in libreria ( adora leggere molti libri) e ha qualche esperienza nel campo dell’organizzazione. Tutto questo non le ha impedito di formarsi in Anatomia e Meccanica del Movimento, seguire workshop a Roma, Berlino e Bruxel, infine formarsi professionalmente come danzatrice contemporanea presso la Scuola del Balletto di Roma e perfezionarsi ulteriormente nella Release Tecnique e nell’approccio del Body-Mind Centering, dopo avere frequentato diversi seminari di TeatroDanza in Italia e all’estero. E’ alle sue prime esperienze creative.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI