“Proscenio Aggettante” vince “Chiove” di Pau Miro, riconoscimenti per Eta Beta

Lo spettacolo “Chiove” di Pau Miro della Compagnia “A chiave ‘e ll’acqua” (FITel Campania), si è aggiudicata la diciottesima edizione della manifestazione “Proscenio Aggettante”, dedicata al teatro sociale e ospitata presso il Teatro Boni di Acquapendente.
Lo spettacolo per la regia di Luca Piezzo, nella motivazione del presidente nazionale Federazione Italiana Tempo Libero Giovanni Ciarlone, ha saputo dimostrare la geniale intuizione di trasporre la vicenda catalana nel linguaggio popolare dei “quartieri spagnoli napoletani”, ispirando uno spettacolo recitato con un respiro universale. Il premio per le scene è andato alla Compagnia “Eta Beta Teatro” Ausl di Viterbo Dipartimento materno infantile (FITel Lazio) con lo spettacolo “L’età del caos…” per aver utilizzato elementi di scena che nella loro essenzialità si sono rilevati funzionali al percorso drammaturgico. Lo spettacolo si è aggiudicato pure il premio per la migliore regia, assegnato a Sandro Nardi per aver messo in scena con sapienza e poesia l’età inquieta dell’adolescenza.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI