Progetto Radici. Caprarola: i saperi degli anziani in un libro

anziani

Promuovere l’invecchiamento attivo avvicinando le persone anziane alla società, ai giovani e alle nuove tecnologie di informazione e comunicazione. Sono questi gli obiettivi che il Comune di Caprarola vuole raggiungere attraverso il finanziamento di 20 mila euro ricevuto dalla Regione Lazio in seguito alla presentazione del progetto “Radici“, inserito nel bando “Bene in comune”.

L’idea mira a strutturare un intervento altamente innovativo e articolato il cui fine è quello di realizzare un libro che sia una “raccolta di saperi” da preservare, tramandare e conservare. Il libro, in buona sostanza, diventerà una memoria storica dei saperi che gli anziani riusciranno a definire in merito agli antichi mestieri, alle antiche attività ludiche e all’artigianato.

Il progetto – dichiara il sindaco di Caprarola, Eugenio Stelliferivuole essere un volano per la creazione di una serie di stimoli sociali che siano il pretesto per un ulteriore apertura dell’anziano alla socialità e all’utilizzazione dei servizi”. L’obiettivo principale, per il primo cittadino, “è quello di avviare un’attività che aiuti l’anziano a riattivarsi e a mettersi in gioco, favorendo nel contempo la sua mobilità territoriale e  la sua socialità”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI