Presepio artistico di scuola spagnola in stile palestinese alla Chiesa del Murialdo a Viterbo

Alla Chiesa parrocchiale S. Leonardo Murialdo di Viterbo è in mostra il presepio artistico edizione 2017.
Anche per questo Natale i presepisti della Parrocchia San Leonardo Murialdo hanno realizzato il tradizionale Presepio artistico di scuola spagnola in stile palestinese.
Il Presepio si articola in diverse scene che, mantenendo una accurata prospettiva e l’ambientazione palestinese, si fondono in un unico quadro in cui, nella vita quotidiana di Betlemme, si inserisce l’ evento sacro simbolo della cristianità: la nascita di Gesù.
Partendo dalla sinistra il visitatore può ammirare in primo piano un caseggiato tipico con due fabbricati principali, al primo, alla estrema sinistra, si accede da un portone in legno che porta ai piani superiori dove un piccolo balcone si affaccia sulla piazza. Proseguendo, una scalina in pietra sulla sinistra conduce ad un ballatoio in legno dove è l’ingresso dell’edificio sullo sfondo della scena. Al piano terra si osserva la finestra della cantina e a fianco una fontanella con acqua corrente. Continuando verso destra un arco in pietra, semidiroccato fondato sulla roccia, rappresenta l’ingresso al centro abitato per chi si reca al paese dalle campagne circostanti; in lontananza, fino all’orizzonte, colli e montagne con casette sparse, fanno da sfondo al cielo stellato attraversato dalla cometa che completa il quadro.
La scena centrale della piazza in primo e secondo piano, mostra vari personaggi, alcuni alle prese con le loro attività quotidiane e altri che si recano a visitare e onorare la Sacra Famiglia. Sulla destra una splendida Natività in primo piano chiude il presepio. Una stalla, sotto una tettoia appoggiata ad un vecchio edificio, è il quadro principale dell’opera. La Sacra Famiglia quest’anno presenta una particolarità: al centro una culla vuota lascia in un primo momento il visitatore perplesso, e lo costringe a osservare con maggiore attenzione per cercare Gesù Bambino: è in braccio alla Madre Maria, mentre Giuseppe li osserva con amore e tenerezza. i Re magi che portano i doni, Il bue e l’asinello e gli altri personaggi intorno che onorano la Sacra Famiglia e la nascita di Gesù, completano la scena.
Il Presepio è, come di consueto, curato nei minimi particolari, notevole l’applicazione della tecnica prospettica, la cura dell’illuminazione e gli effetti speciali: l’alternarsi del dì e della notte , la luna nel cielo stellato solcato dal passaggio della cometa, i lampioni, le luci che si accendono all’interno delle case e nei villaggi sulle colline. Il visitatore, guardando il Presepio da diverse angolazioni, può osservare dei particolari di notevole pregio storico-artistico, fra tutti la straordinaria ricostruzione della stalla della Natività con una porta sul fondo della scena che si affaccia in un vecchio magazzino dove sono riposti sacchi, anfore e fascine di legname; una tettoia sostenuta da una trave in legno mostra i segni del tempo e si arcua nella parte centrale, dove maggiore è stato il peso che ha dovuto sostenere negli anni.
Tutti i personaggi del presepio, dalla Natività ai re Magi, al pastore che guida le pecore, agli abitanti di Betlemme, sono statuine di scuola spagnola realizzate da artigiani italiani e spagnoli.
Il Presepio è visitabile tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30 presso la Chiesa Parrocchiale San Leonardo Murialdo di Viterbo in Via Caduti del IX Stormo, fino alla fine di gennaio 2018.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI