Il Presepe Vivente di Tarquinia diventa recitato

Natale appare ancora lontano ma in realtà nei luoghi in cui la manifestazione ha grandi connotazioni di spettacolarità si è in piena attività lavorativa.E’ il caso di Tarquinia e del suo Presepe Vivente, quest’anno la rappresentazione avrà scene dialogate per rendere ancora più intensa e coinvolgente l’atmosfera.
Un presepe vivente recitato. Sarà questa una delle principali novità della rappresentazione organizzata dall’associazione Presepe Vivente di Tarquinia, con la Pro Loco Tarquinia, il 26 e 30 dicembre 2017 e il 6 gennaio 2018, nel centro storico della città etrusca. Figuranti in costume, guardie romane, soldati, fornai, fabbri, pastori, metteranno in scena un grande spettacolo recitato, per rendere ancora più intenso il percorso dello spettatore nella Betlemme di 2000 anni fa.
«Abbiamo iniziato a collaborare con un esperto in recitazione, per creare dialoghi semplici ma accattivanti. – spiega l’associazione Presepe Vivente di Tarquinia – I personaggi avranno un ruolo ancora più centrale». Fondamentali per il Presepe Vivente saranno quindi i figuranti. «Sono loro uno dei punti di forza. – sottolinea l’organizzazione – I moduli per partecipare sono già disponibili all’ufficio informazioni turistiche (Barriera San Giusto) dove, una volta compilati, dovranno essere lasciati. Nelle prossime settimane i moduli saranno distribuiti anche in alcune attività commerciali, che saranno prontamente comunicate».
Rimane segreta la location. «Sarà molto suggestiva e comprenderà luoghi difficili da visitare durante l’anno. – conclude l’associazione – Angoli del centro storico poco conosciuti agli stessi tarquiniesi, che potranno apprezzarli ancora di più grazie agli allestimenti scenografici». Per seguire la manifestazione ci sono la pagina ufficiale facebook “Presepe Vivente di Tarquinia”, i profili instagram e twitter.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI