Presentata “L’Italia dei Giardini” con i gioielli della Tuscia in primo piano

Il Touring Club Italiano e l’Associazione Parchi e Giardini Italiani un tandem che ci propone un viaggio attraverso la bellezza nel modo più pratico e persuasivo; un’agile guida di recente pubblicazione (giugno 2016) “L’Italia dei giardini” (Aa.Vv.) presentata a Viterbo venerdi 14 ottobre a Palazzo Brugiotti sede della Fondazione Carivit di fronte a un pubblico attento . L’iniziativa è stata del locale consolato del Touring Club Italia di cui è capo l’infaticabile dr. Vincenzo Ceniti.

Un prezioso manuale di facile e rapida lettura, pensata per il grande pubblico supportato da foto e cartine esplicative, che passa in rassegna ville, palazzi, parchi, orti e giardini (oltre 300) del Belpaese, dal Palazzo Reale di Torino al Parco di Donnafugata di Ragusa, indugiando, per nostra soddisfazione, sulle quattro eccellenze della Tuscia: Villa Lante di Bagnaia, Sacro Bosco di Bomarzo, Palazzo Farnese di Caprarola e Castello Ruspoli di Vignanello che ha anche il privilegio di essere in copertina. La Tuscia si presta ad essere l’espressione della loro bellezza.La prefazione è del presidente del Touring Club Franco Iseppi,

A presentare la guida Alberta Campitelli , vice presidente vicario dell’Apgi, Vincenzo Cazzato presidente del comitato scientifico dell’Apgi e Sofia Varoli Piazza autrice dei testi riguardo al Viterbese. Moderatore dell’incontro il console di Viterbo del Touring Club Vincenzo Ceniti. E’ presente anche l’assessore comunale al paesaggio Raffaela Saraconi che ribadisce l’importanza dell’attenzione dell’apparato politico verso questo tipo di patrimonio che deve beneficiare di finanziamenti di tutela per non essere sotto dimensionato

Giardini storici in Italia, come ricorda il presidente dell’Apgi Paolo Pejrone, ne esistono ancora molti e conoscerli e visitarli è certamente il primo passo per proteggerli.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI