Pranzo della Domenica: metti un selfie a tavola

La tavolata di una volta

Il pranzo della domenica. Quello per cui le nonne entravano in cucina il sabato, quello per cui il sugo cuoceva per tutto il giorno prima della festa e per cui la spesa si faceva durante la settimana, per non dimenticare nulla. Quelle tavolate dove tutta la famiglia si riuniva e a capo tavola non poteva mancare il nonno e poi il papà. I bambini giocavano a nascondino sotto le tovaglie lunghe e qualche urlaccio li faceva scappare via ridendo.

Poi è stata la volta del ristorante. Si andava a pranzo fuori vestiti e imbellettati, si faceva uscire la macchina tirata a lucido dal garage e si decideva, durante la settimana, che vestito indossare, per non sfigurare con i vicini di tavolo, perché si sa  ognuno aveva il locale preferito, e ci si si ritrovava sempre lì, quasi nuovi parenti di una società rinnovata.

Poi è stata la volta del Brunch. Una commistione tra prima colazione e pranzo che abbiamo importato dagli Stati Uniti e abbiamo fatto diventare moda e cult. Non c’è ristorante, soprattutto nelle grandi città, che non vanti la sua offerta domenicale.

Ma la cara vecchia tavolata della domenica che fine ha fatto ???

Al giorno del selfie, com’è il TUO PRANZO della domenica? 

Inviaci la tua foto e condividi con i lettori di TUSCIAUP  il BuonAppetito

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI