Pomeriggi al Touring: La Musica della Controriforma

Al terzo appuntamento dei “Pomeriggi Touring” sul tema “Riforma e Controriforma” in programma venerdì 31 marzo prossimo alle ore 17,00 a Palazzo Brugiotti di Viterbo (Sala delle Assemblee), è di scena la musica con una conferenza di Barbara Aniello dal titolo “Tra rigore e sperimentazione: l’iconografia musicale nella Controriforma”.
Nella presentazione Aniello scrive “Nel dibattito tra l’esclusività del rapporto uomo-Dio e la coralità dell’azione mediatrice della Chiesa, l’opera il Riposo dalla Fuga in Egitto di Caravaggio, rappresenta una mediazione. L’angelo-musico che fa da crinale tra Giuseppe e Maria, sposi e consacrati, evidenzia la presenza misericordiosa di Dio che si rispecchia nel Verbo incarnato. La presenza di un unico rigo sulla partitura eseguita dall’angelo non esclude la coralità silenziosa e mediatrice della Chiesa, rappresentata dalla Sacra Famiglia dormiente eppur vigile. L’enigmatico dipinto sarebbe nato nell’ambiente oratoriano di S. Filippo Neri, complice Vincenzo Giustiniani, protettore e probabile committente dell’opera. La soluzione innovativa di Caravaggio è una vera e propria sintesi tra i due opposti della monodia luterana e della polifonia cattolica”.
L’iniziativa è promossa dal Consolato di Viterbo del Touring Club con il patrocinio della Fondazione Carivit e la collaborazione di Fidapa e Egidio 17. “Non si parla molto di Riforma e Controriforma, malgrado la ricorrenza del quinto centenario – osserva Vincenzo Ceniti Console Touring –, per cui siamo soddisfatti di affrontare questo argomento proprio a Viterbo dove nel XVI sec. si sono offerti preziosi contributi per la riconciliazione della Chiesa”.

Barbara Aniello, storica dell’arte, musicologa e violoncellista è specializzata in Iconografia Musicale ed Estetica Comparata delle Arti. La sua ricerca su Almada-Negreiros è stata insignita nel 2009 del 1º Premio dalla Fundação C. Gulbenkian (Apoio às Edições) e la sua edizione critica degli scritti musicali di Eduardo Lourenço ha ricevuto nel 2013 il premio Jacinto Prado Coelho dalla Sociedade Portuguesa dos Autores. Attualmente è docente incaricato-associato all’Università Pontificia Gregoriana.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI