“Paolo Savi”: una scuola associata a Caffeina

Perché un istituto superiore come il “Paolo Savi” di Viterbo è presente come socio a Caffeina?
La normativa che ha introdotto l’alternanza scuola-lavoro nelle scuole superiori consente a tanti ragazzi di cimentarsi con il mondo del lavoro durante i loro percorsi di studio, generalmente coerenti con le attività che scelgono di approfondire. In un istituto come il “Paolo Savi”, che ha una consolidata sezione turistica e di marketing, è nata l’idea di diventare soci del festival viterbese Caffeina e al suo interno, essere promotori di iniziative di carattere culturale e turistico in maniera assolutamente coerente con il corso di studio.
Gli studenti del “ P. Savi” impegnati in questi eventi svolgeranno così – nei giorni del Festival – le previste attività di alternanza scuola-lavoro ma, contestualmente, ne saranno anche ideatori e realizzatori, in un quadro cittadino di grande fermento e promozione culturale.
Per i ragazzi si tratterà di un concreto laboratorio in cui affineranno quel bagaglio di competenze specifiche legate proprio all’indirizzo di studio turistico.
In particolare, gli studenti del “P.Savi” cureranno la presentazione dell’ Ecomuseo, una nuova strada – promossa dalla regione Lazio – per una valorizzazione sostenibile ed integrata sul territorio: natura, arte, paesaggio che, insieme, raccontano un territorio e rappresentano le nostre radici. ( 28 giugno ore 19.00 – Viterbo, libreria P.zza del Plebiscito)
Arte e musica – un progetto in cui il recupero di manufatti storici, affiancato dalle esibizioni di giovani artisti, possa suscitare emozioni nuove . ( 29 giugno ore 21 . 00 – Viterbo Chiesa di S. Maria della Salute)
La riscoperta e la valorizzazione del Teatro medievale – La presentazione di un lavoro di ricerca realizzato per oltre 10 anni a Viterbo e poi diffuso in tutta Europa, dove ha raccolto notevoli successi senza che qui avesse consolidato una sua tradizione.
(30 giugno, 1 – 2 luglio ore 18.00 Viterbo, Palazzo Papale, Sala delle Biblioteche Cedido)
Tutte iniziative di alto livello, in cui la determinazione e l’apporto di tanti giovani si fondono per arricchire la proposta culturale di un’intera città in un festival di altrettanto, alto rilievo e in cui i laboratori realizzati dagli studenti , non potranno che rivelare le loro doti organizzative e di offerta culturale, garanzia certa per raccogliere un buon consenso di pubblico.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI