Paccheri al radicchio con il tocco di guanciale nostrano

Giovanna Santececca

Se vi capita mai di aver voglia di un primo piatto sostanzioso e particolarmente goloso, questa è la ricetta giusta. I paccheri sono ottimi se preparati con il radicchio trevigiano, quello lungo, ma sono buoni anche con il radicchio tondo di Chioggia, che ha una nota meno amara, e con il tocco di sapore reso da un buon guanciale, Un piatto appetitoso che vi consiglio in questa ultima settimana di novembre.

Ingredienti

160gr di paccheri freschi
150gr di radicchio rosso trevigiano
50gr di guanciale Salumificio Coccia
1 bicchiere di vino rosso
2 cucchiai di olio evo
sale e pepe nero macinato al momento

Procedimento
Pulire il radicchio eliminando le foglie più esterne se sono dure e rovinate e affettarlo nello spessore di 1 centimetro circa.
Lavarlo e asciugarlo tamponandolo con uno strofinaccio pulito.
Ridurre il guanciale a cubetti.
Mettere una padella abbastanza capiente sul fuoco unire il guanciale e mescolare con un cucchiaio di legno finché non prende colore.
Unire il radicchio, un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocere mescolando fintanto che il radicchio non è lucido e appassito.
Sfumare con un bicchiere di vino rosso.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata e, poco prima di scolarla, aggiungere mezzo mestolo di acqua di cottura nella padella del condimento, quindi accendere il fuoco.
Saltare la pasta scolata a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche istante, girando di frequente.
Servire immediatamente.
Ottima con una spolverata di pecorino o una fonduta di gorgonzola.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI