Orto Botanico: nell’Universo verde dell’Università della Tuscia

Sabato 15 ottobre 2016 alle ore 10.30 l’Orto Botanico Angelo Rambelli dell’Università della Tuscia in strada Bagni di Viterbo apre ad una giornata d’incontri e visite per un racconto della sua storia e non solo. Tutto ha inizio dal 24 marzo 1991. Dal riconoscimento del valore storico-culturale dell’area e dall’esigenza di sottrarla all’abbandono scaturì la volontà congiunta del Comune e dell’Università di istituire nella zona termale un Orto Botanico Universitario ed un Parco. Il complesso si estende su una superficie di 15 ettari ed è suddiviso nell’Orto Botanico (6 ettari), situato nella parte più bassa e ospitale, e nel Parco del Bulicame (9 ettari) che include la sorgente calda sulfurea. Sabato 15 ottobre alle ore 10.30 all’Orto BotanicoAngelo Rambelli dell’Università della Tuscia in Strada del Bullicame prevista una giornata con Visita guidata a cura di della D.ssa Monica Fonck, curatore dell’Orto Botanico e Giorgio Chioccia, personale tecnico. Una mattinata che inizia con il saluto del Prof. Domenico Lafiandra, direttore dell’Azienda Agraria dell’Università della Tuscia alla quale l’Orto Botanico fa riferimento ed include incontri su :”Collezioni superstar negli Orti botanici italiani” a cura del Gianni Bedini (Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa), coautore del volume “Orti botanici, eccellenze italiane”.Illustreranno poi “L’Orto Botanico della Tuscia dalla nascita ai giorni d’oggi” il Prof. Silvano Onofri e la Prof. Laura Zucconi dell’Università della Tuscia. Una breve presentazione del volume “Orti botanici, eccellenze italiane” (Edizioni Thema, 2016 edito dall’Associazione Nazionale Nuove Direzioni in collaborazione con la Società Botanica Italiana). Il volume di importante significato raccoglie e presenta al pubblico l’enorme patrimonio degli Orti botanici italiani, luoghi privilegiati per la ricerca scientifica, la conservazione della biodiversità, l’educazione e la divulgazione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI