Orto Botanico: In un battito d’ali. Due giorni per la famiglia

farfalla

Si chiama In un battito d’ali l’evento che, nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 maggio, animerà l’Orto botanico Angelo Rambelli. Una due giorni rivolta a famiglie, bambini, appassionati di piante e a tutti coloro che amano l’ambiente e che tengono alla sua conservazione e tutela.

La manifestazione, organizzata in collaborazione con il Sistema Museale di Ateneo e l’associazione Slow Food Viterbo, si terrà dalle 10 alle 22 di sabato e dalle 10 alle 20 di domenica. Si inizia il 16 con l’apertura della mostra “Amori botanici” realizzata dalla Società Botanica Italiana nell’ambito del progetto Florintesa e si chiude domenica con “Quadri flamenchi”, un’esibizione di flamenco. Si susseguiranno mostre, presentazioni di libri, interventi, visite guidate alle collezioni botaniche, alle opere d’arte contemporanea e alla serra delle farfalle, protagoniste indiscusse della manifestazione. Si parlerà di api e di miele, di intolleranze alimentari, di buone pratiche di giardinaggio; ci saranno persino momenti dedicati alla cucina. Ampio spazio sarà dedicato ai bambini che potranno partecipare a laboratori, visitare una fattoria didattica e fare un’esperienza di “tree climbing”, ovvero di arrampicata sugli alberi.  Sarà possibile partecipare a dimostrazioni di cucina legate a piatti della tradizione viterbese con un’esperta che illustrerà le caratteristiche nutrizionali degli alimenti. Infine, al calar del sole, ci saranno due suggestive visite guidate per ascoltare i “rumori” della notte e i “racconti” della terra. Sarà un week-end magico e eccitante e un’occasione in più per ammirare lo splendore unico dell’Orto Botanico della città. Quella di sabato 16 e domenica 17 non sarà l’unica manifestazione che farà pulsare l’Orto: domenica 24 maggio si terrà la terza Giornata Internazionale del Fascino delle Piante, mentre sabato 20 giugno, con un’apertura serale, si terranno lezioni di astronomia e osservazioni del cielo con telescopi (consigliabile la prenotazione). 

Per aggiornamenti e per i programmi completi, consultare il sito dell’Orto Botanico: www.ortobotanico.unitus.it/

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI