ORT : “Treno a vapore conferma le potenzialità turistico ferroviarie della Tuscia”

L’Osservatorio Regionale sui Trasporti interviene con una nota in margine al meritato successo del treno a vapore delle maschere Roma – Capranica per il Carnevale di Ronciglione.
“Questo treno non solo conferma le potenzialità turistico – ferroviarie della Tuscia, ma anche dimostra quanto la chiusura delle Civitavecchia – CapranicaSutri – Orte sia un danno per l’economia della provincia, che in questa occasione è stato anche direttamente percepibile. Infatti, la necessità di complessi trasferimenti in pullman dalla stazione di Capranica – Sutri a Ronciglione a causa della mancata pulizia dei 7 km del tracciato fra le due stazioni, ha di fatto causato, per i duecento partecipanti al treno a vapore, la riduzione della presenza a Ronciglione di due ore, con effetti sull’indotto evidenti, considerati i recenti studi che mostrano come di norma per ogni euro speso dai viaggiatori dei treni storici, altri tre ne ricadano sul territorio. Questo senza parlare di quanto ha dovuto tardare chi, obbligato a venire in macchina, ha trovato le strade interrotte da manifestazioni concomitanti.
Al di là di quanto consentirà la nuova legge sulle ferrovie turistiche, l’Osservatorio richiama dunque la necessità da parte di RFI di mantenere atte all’esercizio le linee sulle quali il servizio è sospeso, così come prevede la normativa e come avviene regolarmente in molti paesi europei, auspicando che il principio, che vale per la CapranicaSutri – Orte come per la Centocelle – Giardinetti e per la parte agibile della linea di Terracina, sia ribadito dai futuri accordi di programma tra la Regione e le imprese ferroviarie”.
“L’abbandono delle linee temporaneamente chiuse” commenta il Presidente dell’Osservatorio Andrea Ricci “è anche una scommessa a perdere, come dimostra il caso della Avezzano – Roccasecca, per la cui riapertura ci sono voluti tempi e sono stati affrontati costi ben superiori a quelli risparmiati con la mancata manutenzione nel periodo di chiusura”.

Andrea Ricci Presidente Ort

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI