Oro verde della Tuscia: quest’anno buona la raccolta

Un Frantoio a cui mancano 3 anni per fare un secolo di vita. Parlare del Frantoio Cooperativo Cesare Battisti di Vetralla ,data di nascita per l’appunto 1919, è un po’ raccontare una parte rilevante dell’olivicoltura Viterbese.

L’oggi con il rinnovo dei macchinari e un’attenta politica volta alla qualità, rileva il direttore Giuseppe Iacomini, sta dando ottimi risultati nella commercializzazione .-Ci sentiamo giustamente orgogliosi degli obiettivi raggiunti attraverso i quali stiamo restituendo dignità al reddito delle nostre aziende associate. Il riconoscimento va soprattutto al Consiglio di Amministrazione e al Presidente Enrico Dolci che hanno saputo cogliere l’importanza delle innovazioni da valicare per essere competitivi, in un mercato in continua crescita, ma soprattutto per mettere in atto quelle economie di scala necessarie per una corretta gestione.-Il nostro obiettivo è sempre stato quello di tutelare il reddito dei nostri produttori olivicoli, per questo cerchiamo di dare il nostro meglio in ausiluio con la Coldiretti di Viterbo di cui siamo soci.con le sue strutture in ordine: O.P. Latium – U.E. Coop, mentre il Brand di Campagna Amica è un forte richiamo alla clientela per il nostro punto vendita.-Il nuovo frantoio ci consente inoltre di procedere all’estrazione dell’olio in tempi brevi, l’impianto dotato di tecnologia ad inverter riduce considerevolmente il consumo energetico.
Il controllo accurato delle varie fasi di lavorazione: la velocità di frangitura, la temperatura, i tempi di gramolazione, insieme a un “decanter” di ultima generazione ci consentono di migliorare notevolmente le qualità organolettiche, restituendoci un prodotto di eccellenza, il quale conserva tutti i profumi e sapori che caratterizzano i migliori extravergini.
Il direttore Giuseppe Iacomini concludendo, dà rilievo all’ottimo risultato di produzione della scorsa campagna che pone la struttura al secondo posto della nostra Provincia per quantità di olive lavorate.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI