Open day: 2 giorni per conoscere l’università della Tuscia

tuscia

L’Università della Tuscia apre di nuovo le porte ai giovani. Venerdì 13 e sabato 14 febbraio torna l’Open Day, un evento organizzato per far conoscere ai futuri studenti le strutture universitarie, i corsi di laurea, le varie opportunità per i futuri iscritti. Di seguito riportiamo come saranno organizzate le due giornate e ricordiamo che, comunque, ogni altra informazione è reperibile sul sito dell’Ateneo.

Venerdì 13 febbraio

A partire dalle ore 9, l’Università della Tuscia accoglierà nel chiostro rinascimentale del Rettorato -via Santa Maria in Gradi, 4 – gli studenti delle scuole secondarie superiori e tutti coloro che fossero interessati a conoscere da vicino l’Ateneo. Alle 10, presso l’Auditorium, ci sarà un saluto del Rettore a tutti i partecipanti, mentre, alle 10.15, sempre all’Auditorium, alcuni ex studenti dell’Università della Tuscia racconteranno la loro esperienza e la loro fortunata carriera professionale. Poi ci si sposterà al chiostro dove, dalle 11.30, saranno allestiti punti informativi per fornire tutte le notizie utili sull’offerta formativa per l’anno accademico 2015-2016 incluse quelle sui nuovi corsi di laurea; saranno presenti i servizi preposti all’orientamento al lavoro (placement), i servizi per i diversamente abili e quelli per la mobilità e cooperazione internazionale (Erasmus), inoltre, sarà possibile sostenere gratuitamente il test d’ingresso.

Notizie più dettagliate con il programma della manifestazione saranno disponibile sul sito di Ateneo www.unitus.it al link Orientamento.

Sabato 14 febbraio

Tutti i Dipartimenti saranno aperti e, secondo i rispettivi programmi pubblicati sul sito di Ateneo al link Orientamento, i futuri studenti potranno visitarli per scoprire le strutture e per saperne di più sui vari corsi di laurea. Tra le novità rilevanti alcuni nuovi corsi di laurea: in

“Pianificazione e progettazione del paesaggio e dell’ambiente” (DIBAF interateneo con l’Università degli Studi “La Sapienza”di Roma);

in “Scienze della montagna” con sede a Cittaducale (RI) per il DAFNE;

in “Comunicazione, tecnologie e culture digitali” (DISUCOM);

il corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica (DEIM) 

il corso di laurea magistrale “Biotecnologie per l’agricoltura, l’ambiente e la salute” (DAFNE).

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI