Ocriculum: un tuffo nella storia romana con Argilla

otricoli

Ocriculum è un posto magico ricco di storia e suggestioni. Fu un municipio romano della Regio VI, lungo le sponde del fiume Tevere, nell’attuale provincia di Terni. L’area archeologica oggi si sviluppa nei pressi del comune di Otricoli, il cui borgo giace sulle rovine del primo insediamento Sabino-umbro. Nel centro romano affiorano i resti di una grande costruzione forse adibita a magazzino, visto il vicino porto fluviale detto “dell’Olio”. A testimoniare l’importanza del porto e di Ocriculum è un peso in pietra di recente rinvenimento, dall’area archeologica, che menziona un personaggio che svolge l’attività di pensor lignarius addetto alla pesatura dei carichi di ligna, che dovevano raggiungere Roma, percorrendo la via Flaminia, o meglio scendendo lungo il corso del Tevere. Della città romana sono attualmente ancora ben visibili i principali monumenti: l’anfiteatro, le terme del II sec. d.C., il teatro, le grandi e piccole sostruzioni, l’area del foro e di altri edifici pubblici come la basilica.

Per chiunque volesse compiere un tuffo nella storia romana, l’Associazione Argilla di Civita Castellana propone per domenica 7 giugno un’escursione alla scoperta di Ocriculum. L’appuntamento è alle 9 dal Parcheggio Belvedere Falerii Veteres di Civita Castellana.

L’escursione prevede una difficoltà di tipo E, una durata complessiva di circa sei, sette ore per una distanza di cinque, sei chilometri. Ad accompagnare i partecipanti saranno Giampietro Cacchioli e Franco Crestoni. Portarsi il pranzo al sacco. Il costo di partecipazione è di 7 euro, i bambini fino a 11 anni 3 euro. Per prenotazioni e conferme elirpapantarei@gmail.com – 3282936233 entro le 16 di sabato.

Si raccomanda di verificare, chiamando Giampietro allo 3282936233, la fattibilità dell’escursione che dipende  sempre dalle condizioni meteo

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI