Nuovi monumenti naturali nel Lazio:’Balza di Seppie’ a Lubriano …

L’obiettivo è quello di valorizzare e tutelare le bellezze del Lazio affinché si possano sviluppare iniziative didattiche, culturali, di promozione del territorio e turistiche necessarie per creare nuove economie sostenibili.
L’assessore regionale all’Ambiente, Mauro Buschini, ha proposto l’istituzione di cinque nuovi monumenti naturali del Lazio. Si tratta, nello specifico, delle superfici calcaree con impronte di dinosauri presso il sito ex cava Petrianni a Sezze, dell’area sorgiva del Monticchio a Sermoneta, della scogliera cretacica fossile di Rocca di Cave, l’area limitrofa a Civita di Bagnoregio denominata Balza di Seppie nel comune di Lubriano e i laghetti Semblera a Monterotondo.
“Proporre nuovi monumenti naturali del Lazio – spiega Buschini – conferma la volontà della giunta Zingaretti di tutelare e proteggere in maniera decisa le zone di maggiore pregio ambientale presenti nel Lazio.
Un’iniziativa partita dai territori, con un forte consenso locale, che dimostra la sensibilità ambientale dei cittadini laziali per le bellezze che come regione vogliamo assolutamente valorizzare. Si tratta di patrimoni importanti, che meritano attenzioni particolari visto il loro pregio naturalistico, paesaggistico e scientifico.
Oltre all’aspetto prettamente ambientale, di certo preminente nella nostra scelta di proporre nuovi monumenti regionali, credo sia possibile intercettare altri benefici derivanti dalla promozione di queste aree. Lavoriamo, infatti, affinché legate a queste meraviglie del Lazio, si possano sviluppare iniziative didattiche, culturali, di promozione del territorio e turistiche necessarie per creare nuove economie sostenibili”.

Foto Panorama di Lubriano autore Davide Papalini

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI