Nonni Vigile, il Comune di Vetralla: sì a nuove collaborazioni

nonni vigile

Con l’apertura delle scuole riprende nel Comune di Vetralla il servizio dei Nonni Vigile. L’iniziativa partita lo scorso anno, ha riscosso numerose adesioni e suscitato l’entusiasmo e il plauso di famiglie e istituzioni. Il Nonno Vigile è diventato in poco tempo una figura di riferimento e un fattore di serenità per tutti gli attori delle attività di sicurezza legate alla scuola. “L’esperienza dello scorso anno ha confermato la bontà dell’iniziativa” dichiara il Comandante della Polizia Locale Ivo Aquilani “i Nonni ci hanno coadiuvato, svolgendo ruoli compatibili con la loro qualifica e con le proprie condizioni, ma con il vantaggio di una percezione positiva da parte dei bimbi e della popolazione”.

Per diventare Nonno Vigile occorre essere residenti nel Comune, essere idonei dal punto di vista fisico ed avere un’età compresa tra i 50 e i 75 anni. Quella del Nonno Vigile è soprattutto un’eperienza di volontariato e dedizione, di amore verso le nuove generazioni e le famiglie “che ci chiedono sempre più sicurezza” prosegue il Maggiore Aquilani. “La nostra speranza è che questa buona pratica possa diffondersi, perché dona più gratificazioni rispetto ai sacrifici che comporta. Abbiamo assistito a scene commoventi, come i bambini che alla fine dell’anno hanno portato le caramelle ai Nonni Vigile per salutarli e ringraziarli. Ci piacerebbe inoltre che all’interno del “corpo” dei Nonni Vigile entrasse anche qualche rappresentante del gentil sesso”.

Chi vuole aderire al progetto può rivolgersi al comando di Polizia Locale o compilare i moduli di adesione presenti sul sito web del Comune di Vetralla. “Auspichiamo che il numero dei volontari aumenti” conferma il Sindaco Aquilani “è un impegno in fondo compatibile con la routine di persone adulte, magari pensionati, che vogliano continuare a sentirsi parte integrante e attiva della comunità e un bel gesto verso le nuove generazioni”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI