Nocciole: accordo con la Ferrero per incrementare coltura

“Promuovere e sviluppare la coltura delle nocciole nel Lazio sostenendo e incentivando il comparto con un progetto che punta a incrementare la produzione delle imprese del settore anche attraverso le nuove tecnologie. È questo l’obiettivo dell’accordo di programma siglato, nella sede della giunta regionale, dal Presidente del Lazio, Nicola Zingaretti, il Presidente di Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo) Ezio Castiglione, e Lucio Gomiero della Ferrero Trading Lux S.A”. A renderlo noto è Riccardo Valentini, Vice capogruppo del Pd al Consiglio regionale del Lazio.

“Con la firma dell’accordo – prosegue Valentini – la Regione si impegna a sostenere  il comparto mediante il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Ismea metterà invece a disposizione le proprie competenze nel settore, sia nella fase di realizzazione del progetto sia mediante l’apporto di strumenti economico-finanziari. L’azienda Ferrero, infine, cooperarerà per lo sviluppo del progetto provvedendo alla stipula di contratti di fornitura con gli agricoltori. Il progetto punta, inoltre, a raggiungere una superficie significativa di terreni investiti a nocciolo all’interno del territorio laziale. L’obiettivo è quello di arrivare a 10mila ettari. Un progetto – sottolinea il Vice capogruppo del Pd – che vedrà il coinvolgimento di tutte le istituzioni, gli enti locali, le associazioni di categoria, i centri di ricerca, le università e i soggetti che, a vario titolo, potranno contribuire allo sviluppo delle imprese agricole e della coltura corilicola nella regione”.

Il Lazio conta il 27% della produzione italiana di nocciole, mentre Ferrero è già presente con una sua struttura a Viterbo.

“Un modello di sviluppo che già vede la Tuscia come protagonista. Una sfida – conclude Riccardo Valentini – che vuole fare della nocciola un vero e proprio volano per l’economia e l’occupazione su tutto il territorio regionale”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI