Nelle terre del grechetto a Civitella d’Agliano il vino è una forma d’arte

Nelle terre del Grechetto 2017 ,giunta alla XV edizione, e’ un sogno di mezza estate , un viaggio che intraprende chi desidera la sublimazione dei sensi. Nella cornice suggestiva del borgo di Civitella d’Agliano ,unico nel suo genere, con la sua torre millenaria , con i vicoli che hanno sfidato e fermato il tempo, dal 28 al 30 luglio  si va per incontrare  il Grechetto in tutte le sue coniugazioni. Un vitigno autoctono che porta il nome di Civitella nel mondo. Un vitigno che riassume la storia di un territorio, la sua tradizione, il sacrificio ed il lavoro di generazioni che nel corso dei secoli hanno fatto della produzione del vino una forma di arte , fondendo in una sintesi mirabile passato e innovazione, tecniche antiche e ricerca costante. Il nostro ospite, comodamente seduto nel ” salotto ” di piazza Unita’ d’Italia , potrà’ immergersi in un calice abbinato a piatti locali , o semplicemente effettuare una degustazione guidata da esperti del settore , accompagnato dalle note suadenti proposte da affermati musicisti , circondato dal paesaggio straordinario offerto dai ” calanchi” e dalle valli circostanti . Le cinque postazioni di assaggio consentono la più’ ampia scelta di menu’ dedicati. L’ambiente e’ rilassante , la meta e’ vicina e facilmente raggiungibile,  la sera dalle 20 in poi si entra nel vivo della  manifestazione.E agli  enopassionati e winelovers  ricordiamo che in questa terra Sergio Mottura con i suoi vitigni  secondo Gambero Rosso è il miglior interprete di Grechetto al mondo.Informazione Pro Loco Civitella tel. 3711846485

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI