“Natale in Osteria” a Canino con i poeti improvvisatori

“Porgete orecchio, egregi miei uditori”,
uno spettacolo che rievoca in teatro lo spirito dell’osteria con la recitazione dell’Ottava popolare (detta anche Ottava legata o Ottavina o Ottava Improvvisata) una forma metrica tipica del territorio praticata dai soli poeti bernescanti (o poeti improvvisatori o poeti a braccio) che improvvisano i loro versi tra di loro o di fronte ad un pubblico che talvolta assegna anche l’argomento (o tema) sul quale i poeti devono cantare.
Uno spettacolo curato da Pietro Benedetti con un cast d’eccezione: Pietro Benedetti, Michela Benedetti, i poeti a braccio Ennio De Santis e Alessandro Calabresi (all’organetto)
Con un omaggio di Antonello Ricciai poeti popolari di Canino
da Ruggero Bonifazi detto Il Tredicino ad Araldo Moscatelli.
Lo spettacolo si svolge nell’ambito della 55esima edizione della Sagra dell’Olivo in corso a Canino.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI