Museo della Ferriere a Ronciglione: storie di vita e lavoro

ronciglione

Il Museo della Ferriera, aperto al pubblico tutti i weekend con ingresso gratuito, all’interno della ferriera più antica, a Ronciglione è stato un luogo che ha dato lavoro a centinaia di cittadini in secoli di storia, contribuendo alla ricchezza economica nell’era della rivoluzione industriale. “Il Rio Vicano è stato per Ronciglione sinonimo di vita e lavoro ed ha permesso al nostro paese di diventare un punto di riferimento storico nell’industria del ferro. Ha dettato le regole dello sviluppo urbanistico della città, imponendo, ad esempio, le larghe strade che caratterizzano il paese. Una città industriale cresciuta attorno all’acqua, elemento di vita, ha commentato il sindaco di Ronciglione  Alessandro Giovagnoli

Il museo è gestito dall’Istituzione Biblioteca Comunale “Romolo Bellatreccia”, il museo ha registrato, nei suoi primi quattro giorni di apertura, decine di visitatori.

La sede è quella della più antica ferriera del paese, un luogo che racconta la storia industriale, economica e sociale della città, ripercorrendone le tappe fondamentali.

Riconosciuto come uno dei poli più attivi e persistenti delle attività siderurgiche pontificie fin dagli inizi del XV secolo, Ronciglione ospitava 15 ferriere attive lungo il corso del Rio Vicano.

Negli anni 60′ la ferriera di via delle Cartiere dava lavoro ad oltre 30 operai, alimentando la ricchezza economica del paese.

La ferriera più antica è stata anche l’ultima a chiudere i battenti, attiva fino al 1992.

L’inaugurazione vera e propria del museo avverrà alla metà del mese di dicembre.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI