Bomarzo: ”Mostri e mostruosità di oggi”in esposizione a Palazzo Orsini

L’Associazione Culturale Premio Centro, in cooperazione con il Comune di Bomarzo e la Galleria Vittoria di Via Margutta in Roma, propone una particolare Rassegna d’arte incentrata sul tema della violenza e delle atrocità che spesso accadono , forse come o più di ieri, in questo particolare inizio del XXI secolo. Giorgio Di Genova, Storico e critico d’arte di indubbia autorevolezza ed esperienza, ha individuato nel titolo dell’Evento “Mostri e mostruosità di oggi”, il tema di questa esposizione rivolgendosi agli artisti di tutta Italia, affinchè interpretino con il loro sentire artistico ciò che questa complessa società produce, tendendo al bene e partorendo nel frattempo il male in modo multiforme.
E’ una testimonianza e un’indagine ma anche cronaca di molti dei nosttri giorni. I recentissimi fatti di Manchester purtroppo lo confermano e la lunga fila di delitti efferati, spesso compiuti non contro nemici dichiarati, ma verso presunti affetti o familiari offrono un paradigma orrido che deve indurre a ripensamenti profondi del convivere sociale e cosiddetto “civile”.
Più di cinquanta opere saranno esposte nelle dieci sale di Palazzo Orsini creando un percorso dove lo spettatore avrà modo di analizzare aspetti e realtà catturate dagli autori, trasformandoli in “ cronisti di nera “ (ctz R.Vespignani da ”Come mosche nel miele”1985 ), così come a volte urge e e chi si impegna e decide di creare arte deve fare.
La Mostra verrà inaugurata il 1 Giugno alle 17,30 , con la presenza di Giorgio Di Genova, Paolo Berti, Tiziana Todi , del Presidente della Fondazione Ducci, delle Autorità civili della comunità di Bomarzo , degli artisti partecipanti e si potrà assistere a una performance di Giò Montez. Il Catalogo è reperibile in sede, edito da Premio Centro e a cura di Giorgio Di Genova. La Mostra sarà aperta tutti i giorni prefestivi e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, fino al 25 giugno 2017.
La corsa degli asini
Come ogni anno la prima domenica di giugno e la seconda di settembre, ritorna la caratteristica corsa di asini con fantino nella piazzetta di San Donato. Il termine “tonna” proviene da rotonda, come la piazza dove si svolge la competizione e la forma circolare del tracciato nella quale i fantini si contendono l’antichissimo Palio. Per l’occasione è organizzata anche una festa di piazza con musica e stand enogastronomici.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI