Mistero della Natività: presepe vivente a Montefiascone

Nei giorni 26 dicembre 2015, 1 e 6 gennaio 2016, dalle ore 17.00 alle ore 20.00, l’Associazione Culturale “Amici del Colle“, con il patrocinio del Comune di Montefiascone, ha organizzato nello spazio antistante la Chiesa del Corpus Domini (località Coste, strada statale Cassia, km 100), la 2ª edizione del “Mistero della Natività” animato da più di 180 personaggi.
La storia della natività verrà narrata dai componenti di due compagnie teatrali “I Burloni” e “G. Gianlorenzo”, della frazione, attraverso scene di vita quotidiana della cultura e della tradizione del nostro territorio.
Seguendo il percorso che accompagnerà alla Natività, si potrà assistere a scene di vita reale. Sarà creato un forno dove verrà fatto cuocere il pane, ricostruita una macina per la farina e anche la grotta dove arriverà il “bambinello”. Animali, attrezzi, vestiti, tutto come una volta e le compagnie teatrali, che uniranno le tradizioni locali alla vicenda storica della nascita di Cristo, facendo immergere lo spettatore, nello spirito del tempo, con dialoghi e battute. La rappresentazione inizierà con l’arrivo di Maria e Giuseppe in groppa all’asinello nella piazza principale, si snoderà poi lungo le vie circostanti dove si incontreranno il castello di Erode, il banco del censimento, il bazar delle botteghe artigianali, dove si potranno gustare i prodotti tipici ad iniziare dal pane, dalla ricotta e dal formaggio preparati in loco, dai fornai e dai pastori, per poi culminare nella grotta della natività. Tutti luoghi appositamente realizzati o ricavati per l’occasione. Un progetto di grande valore, che oltre ad esaltare il significato spirituale del Natale permetterà di dare vita ad un evento turistico ricco di particolari ed inedite suggestioni.
Alla rievocazione si potrà assistere gratuitamente, chi vorrà, potrà contribuire con un’offerta volontaria.
In caso di maltempo le rappresentazioni del 26 dicembre 2015 e del 1 gennaio 2016 saranno rinviate rispettivamente al 27 dicembre 2015 e al 3 gennaio 2016.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI