Miseria e Nobiltà: la Compagnia di Verona al Fabrica Festival

miseria e nobilta

La celebre commedia in tre atti scritta in napoletano da Eduardo Scarpetta nel 1887, Miseria e Nobiltà, sarà di scena domenica 20 marzo alle 17.30 al Teatro Palarte di Fabrica di Roma per l’edizione 2015-2016 del Fabrica Festival.

Il protagonista è  Felice Sciosciammocca, celebre maschera di Eduardo Scarpetta, e la trama gira attorno all’amore del giovane nobile Eugenio per Gemma, figlia di Gaetano, un cuoco arricchito. Il ragazzo è però ostacolato dal padre, il marchese Favetti, che è contro il matrimonio tra il figlio e Gemma, perché figlia di un cuoco. Eugenio si rivolge allo scrivano Felice per trovare una soluzione. La situazione si ingarbuglia poiché anche il vero Marchese Favetti è innamorato della ragazza, al punto di frequentarne la casa sotto le mentite spoglie di Don Bebè…

Nel 1954 Mario Mattioli traspose sul grande schermo la commedia, con grandi protagonisti come Totò, Sophia Loren, Carlo Campanini e Carlo Croccolo. L’interpretazione di Totò è ancora oggi ricordata per l’aggiunta di alcune gag e divertenti sequenze da parte dell’attore quali la scena degli spaghetti, l’equivoco della macchina fotografica di Pasquale, e infine la scena della scrittura della lettera per un paesano.

Al Teatro Palarte a portare in scena il grande Scarpetta sarà la Compagnia Teatrale di Verona per la regia di Enzo Rapisarda.

La Nuova Compagnia Teatrale è un’Associazione culturale che dal 1990 organizza e promuove spettacoli di teatro, musica e danza, collegando spesso l’attività ad un preciso intervento nel sociale, intervenendo anche al di fuori della realtà eminentemente cittadina per incentivare gli interessi delle zone periferiche. Da molti anni inoltre svolge una intensa attività all’interno delle scuole primarie e secondarie attraverso spettacoli teatrali, conferenze e dibattiti. Porta i suoi spettacoli nei maggiori teatri italiani, così come in teatri più piccoli o nelle periferie cittadine per portare ovunque quei valori e sentimenti che il buon teatro riesce ancora oggi a saper elargire.

I biglietti per lo spettacolo potranno essere acquistati il giorno stesso direttamente presso il botteghino.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI