Ministro Giannini a Viterbo firma protocollo Experience Etruria

Fare rete è la nuova strategia vincente e lo è ancora di più quando si parla di territorio, cultura e turismo. Il progetto Experience Etruria, con tre Comuni: Viterbo (capofila), Chiusi e Orvieto ha visto oggi la firma del protocollo d’intesa tra le realtà locali e il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e l’avvallo del ministero dei Beni Culturali. 

Si parte dai bambini, si investe sulla loro formazione per far scoprire, conoscere e diffondere la bellezza di questi territori che come hanno sottolineato i primi cittadini dei tre Comuni, abbracciano tre Regioni (Lazio, Umbria e Toscana) creando un sistema interregionale che potrebbe essere la sfida futura.

Coinvolgere le scuole vuol dire fare diventare l’Etruria meta di gite d’istruzione e vuole dire fare circolare la conoscenza di una zona che riesce a conquistare tutti i 5 sensi. L’unione trasversale è stata definita dal sindaco di Viterbo Leonardo Michelini come “una nuova formula di turismo”. Le parole del sindaco di Orvieto Germani hanno invece voluto sottolineare l’importanza di rivolgersi ai più giovani, mentre per Bettolini, sindaco di Chiusi questo progetto”può rappresentare un modello politico per i cittadini. Investire nel territorio e raccontarlo per valorizzarlo è la prima sfida della politica”.

A seguire il progetto Experience Etruria  dalla sua ideazione ad oggi anche l’onorevole Fioroni. “Ho tralasciato il campanilismo a cui ero abituato per fare squadra e giocare in rete, come dice Renzi. Ho visto che unire le forze funziona”. E proprio d Fioroni parte la proposta per una capitale della cultura condivisa. La nuova sfida può essere quella di concorrere non più come singola città ma in un gioco di squadra in una dimensione allargata che ne premia tutta la progettualità e la ricchezza del territorio.

Nella conferenza stampa per la firma del protocolIo d’intesa si è parlato anche di Distretto turistico culturale che sarà poi l’evoluzione ossia l’unione di più imprese pubbliche e private che collaborano per perseguire un unico obiettivo comune: pubblicizzare e valorizzare il territorio nel quale si trova il distretto.

LE PAROLE DEL MINISTRO GIANNINI / L’INTERVENTO DELL’ONOREVOLE FIORONI

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ACCORDO

CLICCA QUI PER IL DISTRETTO TURISTICO CULTURALE

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI