“Mia dolcissima Clara. L’ultima notte di Robert Schumann” al Boni

“Mia dolcissima Clara. L’ultima notte di Robert Schumann” è lo spettacolo teatrale che arriva domenica 12 marzo alle 17.30 al Teatro Boni di Acquapendente. Un notturno fantastico per trio in atto unico scritto, interpretato e diretto da Giacomo Zito, liberamente tratto dal libro “Il richiamo dell’angelo” di Alessandro Zignani.

Sul palco Chiara Di Stefano, Giordano Bonini e Giacomo Zito, con musiche di Robert Schumann a cura di Maurizio D’Alessandro. La morte di Schumann, uno dei più grandi compositori del Romanticismo, rimane avvolta nel mistero. Clara Wieck, sua moglie e celebre pianista, amorevolmente dedita al marito, mette in luce una sorprendente freddezza: non va mai a trovarlo dopo il ricovero in una clinica psichiatrica di Bonn e gli impedisce di vedere i figli.

Il 28 luglio 1856 il dottor Franz Richarz, primario della clinica, spedisce a Clara un telegramma per avvisarla dell’imminente decesso di Schumann. Clara, che entra subito in conflitto con il medico accusandolo di aver sperimentato terapie discutibili e pericolose, si reca al capezzale del marito. Il medico ne deduce che Clara non è stata spinta a far visita al marito moribondo solo per l’estremo saluto. Infatti, decisa ad assumersi il ruolo di unica vestale dell’opera del genio, vuole cancellare qualsiasi memoria della sua follia e distruggere tutto ciò che Robert ha composto durante l’internamento, perché a suo dire guastato irrimediabilmente dalla demenza. www.teatroboni.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI