Mi chiamo Giuseppe: il ‘900 italiano in scena a Chia

giuseppe

Un uomo, una famiglia, un piccolo ma tenace albero genealogico che, pur strapazzato da vento e sole, ha continuato a germogliare, volgendo sempre i propri fiori, fieri, verso l’alto. È questa la storia di “Mi chiamo Giuseppe” un monologo di quaranta minuti diretto da Andrea Onofri e interpretato da Enrico Vulpiani, in cui l’attore è Giuseppe, un uomo la cui parabola di vita si sviluppa nell’arco del ‘900 italiano. 

Lo spettacolo sarà in scena a Chia giovedì 25 giugno alle 21 presso l’Associazione Culturale Kur in via Ripetta 18.

“Mi chiamo Giuseppe” è una lezione di vita, un lavoro sulla memoria di un Paese che attraverso le proprie storie cerca di non dimenticare la sua identità. Un viaggio attraverso eventi privati e storici in cui le fasi salienti della storia del nostro paese si intersecano e restano sullo sfondo delle situazioni e degli eventi che segnano la vita di Giuseppe, una persona solare e sempre ottimista, anche quando la vita non sembra volergli sorridere.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI