Menù a prezzo fisso: la nuova strategia tra crisi e tendenza

Un ristorante del centro di Viterbo

La parola d’ordine che riecheggia nei vicoli di Viterbo è Menù fisso. Dai ristoranti più “sofisticati” dei nuovi sapori a quelli più “caserecci” dei gusti di una volta è possibile pranzare scegliendo tra diverse tipologie di menù a costo prefissato.I più semplici offrono un primo piatto, bibita e caffè a 14,00€, per arrivare, ad antipasto primo o secondo contorno dolce e caffè a 25,00 €.

Vien da sé domandarsi se questa nuova tipologia di marketing,  questo particolare modo di affrontare la ristorazione sia dovuto all’incombente crisi, che non ha risparmiato il settore, oppure ad una strategia per poter offrire ai consumatori pietanze fresche ogni giorno.

“Un tempo il menù fisso era prerogativa dei ristoranti giapponesi – racconta un ristoratore di via Cardinal La Fontaine – Si sapeva che il sushi aveva un costo molto elevato e l’unico modo per avere più clienti era quello di far sapere ai commensali, ancor prima di entrare, quello che sarebbe stato il costo del pranzo. A maggior ragione oggi, quando le ristrettezze economiche hanno imposto a tutti un controllo maggiore sulla spesa, i clienti vanno preservati e coccolati, devono capire che ci sono ristoranti di cui possono “fidarsi” e che se i prezzi, con gli anni, sono volati alle stelle c’è qualcuno che preferisce, oggi, tenerli bassi.

La fiducia che si guadagna con questa mentalità a lungo andare paga”.

Questo è un lavoro che va studiato, come lo chef studia i suoi piatti: bisogna sapersi inventare e reinventare così che il cliente possa uscire sempre felice e soddisfatto.

I ristoratori hanno capito che Viterbo sta diventando, un po’ alla volta, una città turistica ed il cartello con scritto Menù Fisso è un modo per dare sicurezza a chi visita la città di non rischiare batoste sul conto. 

Il menù fisso è apprezzato non solo dai turisti, ma anche dagli studenti e da quanti si trovano fuori casa per lavoro a pranzo. Il pranzo a costo stabilito sta diventando di moda anche la sera. Soprattutto tra gli studenti, che iniziano ad adocchiare un buon piatto di pasta per sostituire la solita pizza. 

B.F.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI