Medioera 2° giorno/ Dal cyberbullismo alle fake news

La prima giornata di Medioera si è conclusa giovedì sera con la Startup night, che ha visto la presentazione di numerose aziende e progetti. L’innovazione e il talento sono state una costante nelle presentazioni con idee legate al mondo del cibo, dell’informazione, della medicina, della cultura, degli eventi, del design e del crowfunding. Le startup hanno ricevuto un premio realizzato da Justees e dedicato al matematico e scienziato viterbese Luigi Fantappiè. La serata, organizzata in collaborazione con Confartigianato Viterbo, è stata l’occasione per presentare il Microcredito, strumento per aiutare le imprese nascenti a finanziare la loro idea.
Nella seconda giornata di venerdì sempre segnata da una grande partecipazione di pubblico, molti gli studenti degli istituti superiori viterbesi che hanno seguito gli interventi su tematiche attuali e vicine al loro mondo, rilevante quello della Questura di Viterbo sul cyberbullismo e quello di Antonio Pavolini riguardante i giovani e la rete. I ragazzi hanno preso parte a un hackathon, gara creativa che ha permesso loro di mettersi in gioco ed esprimere il proprio talento. A seguire, sul palco si sono avvicendati Vincenzo Manfredi e Serena Bianchini con il progetto Parole Ostili. A chiudere la mattinata, Chiara Moroni e Michela Angeletti che si sono cimentate con il focus del racconto efficace sul web.
Svariati i temi toccati anche nel pomeriggio: Luigi di Gregorio ed Emanuele Lanfranchi hanno affrontato una delle questioni più attuali del mondo della comunicazione, le fake news. Incontro attesissimo è stato quello con Stefano Fantacone, presidente di Lazio Innova e Riccardo Valentini, Consigliere della Regione Lazio.
Molti altri i temi di rilievo legati al mondo della comunicazione: il rapporto tra sport e web a cura di Alberto Serafin, Eleonora Trotta e Giorgio Matteoli; un talk dal titolo “L’arte della guerra (cibernetica); attacchi informatici ai media e le loro interferenze sulla democrazia” di Giovanni Romano, Tommaso Tani e Arturo di Corinto; Roberto Genovesi con lo storytelling cross mediale; la presentazione del libro di Federico Mello “Le confessioni di un nerd romantico”.

Sabato 25 marzo segnerà una novità assoluta a Viterbo, il Lego Serious Play, una metodologia di facilitazione pensata per aiutare i gruppi a condividere idee, conoscenze e risolvere problemi della vita reale attraverso i mattoncini più famosi del mondo.

L’evento sarà preceduto dalla prima colazione digitale di Medioera presso il Burbaca di Viterbo.

Nel pomeriggio, invece, torneranno sul palco di Medioera vari ospiti che tratteranno ancora a 360° gradi temi sulla comunicazione:lo storytelling, l’evoluzione digitale delle forme comunicative, la radio e il talento saranno, anche, al centro di sabato 25 marzo.

All’interno del festival è possibile ammirare le opere dell’artista Francesco Marzetti. I suoi “Strani Visitatori” sono delle creazioni nate da un’attività di recupero finalizzata alla ricostruzione che da nuova dignità a oggetti abbandonati e inutilizzati con i quali l’autore inventa nuove storie.

Il programma dettagliato degli incontri è disponibile su www.medioera.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI