Marco Bocci al Padovani con Modigliani Modì Maudit

marco bocci

Pittore-simbolo della Parigi di inizio Novecento, Amedeo Modigliani è stato tra i protagonisti di un momento decisivo della cultura europea. Raccontare la sua vita significa ricordare questa fase senza precedenti ma anche rappresentare una storia d’amore straziante, degna di Romeo e Giulietta.

Modigliani Modì Maudit andrà in scena giovedì 4 febbraio alle 21 al Teatro Lea Padovani di Montalto di Castro. A interpretare il pittore livornese è uno dei volti più amati dello spettacolo italiana, Marco Bocci. Sul palco insieme a Bocci cast femminile di prim’ordine, Giovanna Di Rauso, Vera Dragone, Romina Mondello, Claudia Potenza per la regia di Angelo Longoni.

Il pittore delle donne dal collo lungo, bello e corteggiato, si innamora di colpo della giovane Jeanne Hébuterne, rinuncia alle sue avventure e la sposa. L’amore di Jeanne è smisurato, i due condividono tutto e non si lasciano mai. E quando Modigliani muore, a soli trentacinque anni, Jeanne non ha la forza di reagire. Una storia d’amore totalizzante, come totalizzanti erano le passioni di Modì per l’arte e per il mondo femminile, cuore impenetrabile della sua pittura.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI